La guida

Podcast

Elenco motori di ricerca: scopriamo come inserire il nostro sito

Per promuovere il proprio sito internet è opportuno segnalarne l'esistenza ai principali search engine. Vi forniamo una lista dei più importanti motori di ricerca italiani, così da poter procedere alla registrazione del vostro sito internet con l'obiettivo di accrescerne la visibilità.

Elenco motori di ricerca italiani

  • Google: dà la possibilità anche di fermare le ricerche ai soli siti italiani. Utile e veloce!
  • Virgilio: considerato il principale motore di ricerca italiano, Virgilio ha un database con più di 100.000 siti registrati, fra cui non può mancare il vostro.
  • Grandioso: questo portale italiano poco conosciuto è molto interessante e presenta i siti registrati al suo interno in maniera originale e innovativa.
  • Lycos Italia: la versione italiana del famosissimo motore di ricerca, che fornisce oltre alla possibilità di registrare il sito, anche una serie di servizi gratuiti come e-mail, invio sms, traduzioni online.
  • Alexaweb: in questo portale è possibile registrare il proprio sito internet, che entrerà a far parte di un database di oltre 20.000 siti italiani, suddivisi per categoria di appartenenza.
  • Kanguro.it: un punto di riferimento fra quelli italiani, con la possibilità di inserire il sito e gestirlo attraverso una serie di parole chiave pertinenti.
  • Motoridiricerca.it: portale dedicato alla promozione del proprio sito. Offre tecniche e risorse per ampliare la visibilità del proprio sito internet.

Internazionali

Per poter garantire la massima visibilità di un sito internet, bisogna essere in grado di attirare grandi quantità di visitatori dai maggiori search engine internazionali. È chiaro che gli argomenti contenuti nel sito sono un punto di inizio per arrivare ad ottenere buona visibilità, ma questo non basta: è necessario ottimizzare il proprio posizionamento . Ciò significa che, scegliere un argomento ricercato dagli utenti del web, che non abbia tanta concorrenza online e che si focalizzi su un aspetto preciso e non su una macro-area è un buon punto di partenza. A questo però si devono aggiungere delle tecniche di ottimizzazione.

Privacy e search engine

Ogni qualvolta vengono effettuate delle ricerche, vengono salvati alcuni dati, come indirizzi IP, tracking cookie, link cliccati e diverse informazioni che vengono salvate su un vero e proprio database. Insomma, su internet viene tenuto traccia di informazioni utili alle agenzie di marketing ad esempio, ma anche ad enti governativi, aziende venditrici e perché no, facilitare un hacker ecc. Detto questo è bene sapere che esistono motori di ricerca che tengono conto della propria privacy, come ad esempio DuckDuckGo e tanti altri!

Guide e tecniche di posizionamento

Per migliorare il proprio posizionamento sui siti internet e ricevere ogni giorno sempre più visite, bisogna impadronirsi della tecnica di realizzazione dei contenuti. Questa tecnica prevede la conoscenza delle nozioni su questo mondo, nonché competenze specifiche su argomenti come il posizionamento di un sito, la gestione delle parole chiave, i collegamenti fra le pagine di un sito e del sito stesso con altri siti più alti nel ranking, nonché il concetto di ranking stesso.

Versatilità

Chi si occupa di ottimizzare il posizionamento di un sito internet sa bene che non esiste ancora una scienza esatta, poiché spesso gli algoritmi di funzionamento. Per questo è bene rivolgersi ad aziende esperte in materia in quanto un sito, una volta raggiunto un buon posizionamento, ha bisogno di essere continuamente monitorato e aggiornato secondo le modifiche e gli aggiornamenti del funzionamento dei search engine stessi.

Ottimizziamo e prepariamo il nostro sito

L'ottimizzazione è una operazione che riguarda l'aumento del volume di traffico che un sito web riceve. L'ottimizzazione è dunque un'operazione collegata ai search engine ed è composta da una serie di attività legate proprio alla sperimentazione di tecniche che permettano di migliorare l'afflusso di utenti ad un determinato sito Web. Il termine tecnico utilizzato per definire l'operazione di ottimizzazione SEO, che sta a significare Search Engine Optimization: le competenze collegate al SEO valgono come certificazione per determinate web agency che si occupano appunto di implementare nei vari siti di cui si occupano le varie tecniche di ottimizzazione.

Attività correlate

Esistono varie attività che chi si occupa di ottimizzazione attraverso i motori di ricerca deve mettere in moto per realizzare risultati degni di questo nome. Alcune delle principali operazioni di ottimizzazione sono quelle che si effettuano sul codice HTML, come il markup. Una delle più importanti tecniche operate dai SEO è quella di realizzazione di contenuti particolari delle pagine dei siti web, che seguano cioè criteri tali da essere considerate per prime.

Questo comporta di conseguenza una maggiore visibilità del sito web e dunque una migliore vetrina per i prodotti e per le attività che vengono pubblicizzate dal sito stesso. In Italia il mercato correlato alle attività dei SEO è ancora abbastanza contenuto, conseguenza della scarsa alfabetizzazione informatica del nostro territorio: infatti non esiste una cultura sviluppata relativa all'importanza dell'ottimizzazione dei siti internet.

Posizionamento

L'insieme delle attività di ottimizzazione hanno come fine quelle di migliorare il posizionamento delle pagine del portale. A volte queste attività, correlate ma distinte, sono erroneamente considerate la stessa cosa. Per poter garantire al vostro sito un bacino di utenti adeguato alle vostre esigenze, è necessario costruire i contenuti secondo tecniche per migliorare la visibilità. Infatti, per attirare clienti bisogna saper farsi trovare, e l'unico modo o comunque quello che garantisce i migliori risultati, è appunto ottimizzare e migliorare la visibilità che forniscono agli utenti le risposte alle richieste indicate nel campo di ricerca.

Il vostro sito deve dunque risultare sempre nei primi posti delle risposte date dal motore di ricerca agli utenti, e per migliorare la visibilità è opportuno, se non si hanno le competenze tecniche del caso, rivolgersi a società che fanno questo di mestiere.

Come migliorare la visibilità su internet

E' molto importante comporre i nostri articoli utilizzando le migliori parole chiavi possibile in base ai contenuti che stiamo inserendo nel sito stesso. Inoltre, è importante il nome che diamo alla URL: deve esserci una relazione essenzialmente biunivoca fra la parola chiave ed il titolo della URL che diamo alla pagina. La parola chiave, oltre ad essere inserita nel contenuto del pezzo, deve dunque risultare anche in una serie di indici che il motore di ricerca va ad analizzare al momento delle richieste degli utenti: il campo descrizione della pagina, il titolo stesso della pagina, e come abbiamo detto la URL della pagina.

Inserimento del sito nei motori

Per poter ampliare il bacino di utenti del proprio sito, una delle tecniche più utilizzate è la registrazione del proprio sito web. La registrazione è una operazione molto semplice, anche se richiede un impegno costante nella ricerca degli spazi in cui segnalare il proprio sito e nella compilazione dei vari campi di segnalazione.

L'operazione di registrazione consiste nel segnalare gratuitamente il proprio sito all'interno dei motori principali (google, yahoo, ecc...). In questo modo si entra a far parte dell'archivio dei motori, aumentando la propria possibilità di essere segnalati. Nella realtà dei fatti, il webmaster procede a segnalare il sito, mentre sarà il motore di ricerca a confermare l'avvenuta registrazione nei propri archivi. La registrazione avviene dunque comunicando la URL del proprio sito nel modulo fornito dal motore di ricerca. In questo modo aumentano anche le possibilità che gli spider del motore di ricerca di un altro sito arrivino a trovare il nostro link.

Oltre alla classica registrazione di cui abbiamo parlato finora, è possibile usufruire di software particolari che consentono di operare in tal senso, compilando automaticamente al posto dell'utente il modulo di registrazione ai motori. E' da ricordare anche la possibilità di segnalare un sito web anche sulle directory, al fine di aumentarne l'indicizzazione e migliorare il posizionamento attraverso il link building.

L'inserimento è una delle operazioni fondamentali da effettuare al momento della progettazione e della creazione di un proprio sito web. Questa operazione, infatti, permette di segnalare il proprio sito web, aumentando dunque la visibilità e soprattutto il page rank del proprio sito. Infatti, l'inserimento di un sito garantisce la segnalazione ai vari spider e mezzi di ricerca dei motori, andando incontro alle esigenze di chi vuole veder apparire il proprio sito fra i più ricercati della rete.

Dove segnalare i siti

E' possibile effettuare l'inserimento del proprio sito in maniera manuale, attraverso l'iscrizione in determinate directory di siti e principali. L'iscrizione nel canale Trafficzap garantisce la presenza del sito registrato nei seguenti: Aeiwi, Aesop, AllTheWeb, Altavista, Direct Hit, EuroFerret, ExactSeek, Excite, Hotbot, InfoMak, Google, Lycos, MSN, NorthernLight, SearchALot, SearchIt, Voila, Webcrawler, WebWombat, WhatUSeek.

Iscrivendo il proprio sito invece su submitexpress, vi registrate in maniera gratuita ai seguenti motori di ricerca: Lycos, Google, Yahoo Web Pages, Wisenut, AOL Search, HotBot, HotBot UK, iWon.com, ExactSeek, Fast Search (AllTheWeb.com), Northern Light, Whatuseek, Search.com, Metacrawler, Dogpile, Mamma, C4.

Spesso i clienti di webmaster o web agency possono delegare ai loro fornitori di servizi web, la segnalazione del proprio sito internet.

Quello che importa alla fine sono i risultati, come dimostra il lavoro di promozione effettuato dalla web agency Elamedia Group per poter far arrivare ai primi posti molte informazioni presenti sui siti che ha in gestione. Esistono molti siti e directory che offrono la possibilità di inserire gratuitamente il proprio sito nel DB e fare promozione ad essi connesso.

Google: pubblicità a pagamento

Google è il motore di ricerca principale, ed è dunque il primo posto dove effettuare la promozione del proprio sito, sia attraverso la registrazione nella sezione dedicata, sia a pagamento attraverso il servizio Google AdWords (approfondisci con la guida): questo tipo di servizio garantisce la massima visibilità e reperibilità su questo motore di ricerca. Il posizionamento a pagamento è uno dei servizi di Google, riconosciuto nel nome Adwords. Si tratta di un servizio che garantisce al publisher di veder visualizzato il suo sito web o una landing page creata ad hoc, nei risultati di ricerca che puntano una specifica parola chiave. Il costo della campagna Adwords varia a seconda della concorrenza e della ricerca sul web di una determinata keyword.

Elenco motori internazionali

  • Google è il motore di ricerca per antonomasia: grazie all'utilizzo dalla la tecnologia più moderna, si avrà sempre un risultato che mostra alla prima ricerca i siti più importanti relativi alle parole chiave utilizzate. Google infatti usa un metodo automatico di classificazione dei siti Web in ordine di importanza basato sulla struttura dei link.
  • Yahoo Search è un ottimo strumento per registrare il proprio sito, in quanto nasce proprio come directory web, anche se adesso ha assunto tutte le funzioni di vero e proprio motore di ricerca dotato di una tecnologia propria che si differenzia da quella Google.
  • Bing è uno degli ultimi arrivati fra i motori di ricerca internazionali, in quanto si tratta dell'evoluzione del motore di ricerca di casa Microsoft. Ottimo strumento di ricerca e di registrazione dei siti nella directory di pertinenza, Bing è una valida alternativa ai motori di ricerca istituzionali.
  • AOL Searchè il motore di ricerca internazionale di America On Line. Permette l'archiviazione gratuita di tutti i siti nel proprio database, e attualmente si poggia sull'archivio Google, anche per quanto riguarda i link sponsor ed il servizio di ricerca parole chiave. Ad ogni richiesta dell'utente, risponde con i siti raccomandati da AOL.
  • Clusty è un metamotore di ricerca internazionale che oltre a ordinare i risultati secondo il criterio della parola chiave immessa dall'utente, restituisce anche una serie di informazioni attinenti ai risultati principali, dando la possibilità di effettuare ricerche ancora più mirate.

Per segnalare un sito ad un motore di ricerca, potete affidarvi alle cosiddette web agency, società che si occupano di promozione e visibilità, nonché della realizzazione ex novo di siti internet secondo criteri SEO, per far balzare il vostro sito in testa alle classifiche dei principali motori di ricerca italiani e internazionali.

Grazie alle web agency è possibile strutturare un sito in modo che venga restituito fra i primi risultati dei vari motori di ricerca internazionali. Le web agency stesse si occupano attraverso un lavoro certosino di ricerca dei motori più validi, di segnalare il sito attraverso l'inserimento nei canali e nelle directory dei motori in questione.

Dal punto di vista della SEO, un web editor che si rispetti dovrebbe conoscere in maniera esaustiva il funzionamento dei motori, in quanto ognuno ha caratteristiche proprie e danno luogo a diversi risultati dal punto di vista degli ingressi al sito. Attualmente il leader dei motori, è inutile dirlo, è Google, anche se è importante saper gestire il proprio sito attraverso gli altri motori concorrenti.

Principali

Secondo una statistica di qualche anno fa, il leader dei motori in America è stato Google, con una percentuale di utilizzo pari al 65%, seguito da Yahoo al 19.6% e da Bing di Microsoft (8,4%). In Europa, Google arriva addirittura all'80%. Per questo motivo, nella gestione di un sito e nell'ottica di una buona strategia SEO, è bene sfruttare il più possibile i questi organismi per le proprie esigenze.

Orientarsi

Quelli principali che abbiamo menzionato sono i più utilizzati in occidente, e si basano sull'esplorazione e indicizzazione di tutto il Web, per arrivare a creare enormi database di siti internet. Per questo motivo bisogna concentrarsi su questi per una corretta attività di SEO: da questi motori arriveranno infatti i vostri visitatori.

Per argomenti specifici

Esistono alcuni motori che si occupano di argomenti specifici, e sono detti motori verticali. Possono cioè indirizzare le proprie ricerche su un settore particolare, come lo sport, le scienze, lo spettacolo, ecc. I motori di ricerca verticali più conosciuti sono:

  • www.yellow.com
  • www.artnet.com
  • www.worldexecutive.com
  • kids.yahoo.com

Metamotori

Esistono servizi come quello offerto da Dogpile.com, che permettono di raggruppare insieme le ricerche di più motori: stiamo parlando dei cosiddetti metamotori. I metamotori di ricerca aggregano i risultati provenienti da più motori, fornendo maggiori risultati relativi al termine inserito. Altri metamotori di ricerca esistenti sono Mamma.com, Vivissimo.com, Kartoo.com.

Volunia, il motore di ricerca made in Italy

Massimo Marchiori è l'ingegnere creatore di Page Rank, l'algoritmo originale di Google che ha permesso alla Big G di piazzarsi al primo posto assoluto nella classifica dei motori. Il 7 febbraio 2012 lo stesso Marchiori ha presentato a Padova Volunia, il motore di ricerca che ha sempre voluto.

Volunia è un motore di ricerca innovativo che unisce in sé fattori tali da fargli meritare l'appellativo "seek & meet" ovvero "cerca e incontra": se seek, infatti, riguarda la parte essenziale di Volunia, quella che ha più propriamente a che vedere con l'idea di "motore di ricerca"; la parte "meet" raccoglie elementi quasi da social network. Permette di mostrare ai suoi utenti chi naviga all'interno delle loro stesse pagine al fine di poterci interagire. Descrivendo Volunia, Marchiori ha azzardato che "se Google è una macchina da 120 cavalli, io propongo un elicottero".

Un genio tutto italiano

Marchiori è un cervello italiano che non è fuggito all'estero; quindi Volunia è a tutti gli effetti un motore di ricerca totalmente italiano. Volunia vuole proporsi, in qualche modo, più che come anti-google, come nuovo Google. Dove "nuovo" significa, appunto, nuovo, innovativo. Sempre Marchiori viene a spiegarci che non ha la minima intenzione di porsi banalmente come alternativa a Google cercando la competizione diretta: il suo è, piuttosto, il tentativo di costruire qualcosa di totalmente diverso da Google.

Le innovazioni di Volunia

Volunia dunque mescola la classica ricerca web con informazioni offerte in tempo reale su chi visualizza le stesse pagine da noi trovate, come è arrivato al nostro stesso risultato e sul numero complessivo di utenti internet che hanno cercato e/o cercano quelle stesse informazioni. Inoltre, è possibile collegarsi a tutti questi utenti, esattamente come su un social network. In questo modo, se non propriamente una dichiarazione di guerra, rappresenta una sfida all'idea preconcetta dei classici motori di ricerca quanto a quella di social network.

Lo sviluppo del motore

Il motore di ricerca social Volunia è stato realizzato grazie ai finanziamenti dell'imprenditore Mariano Pireddu. Vi ha lavorato un gruppo di studenti laureati a Padova durante gli ultimi anni, muovendosi tra le sedi messe a disposizione a Padova, Venezia e, chiaramente, in Sardegna. Il motore è, per questi primi giorni, aperto ai soli beta tester; ma salvo eventuali imprevisti, entro una settimana circa l'acceso sarà libero.

- -

      
Via Dino Penazzato 87
00177 Roma

Scrivici o contattaci
telefonicamente:

Telefono: 06 99.922.584
Email: info@elamedia.it


In alternativa puoi utilizzare il form che trovi 
in Home per comunicare con la nostra Web Agency 

Copyright 2011 - ElaMedia Group SRLS - Partita IVA 12238581008. Seguici su Google + Local