Pin It

Le co-occorrenze rappresentano le parole contenute in una frase, in un paragrafo, in un documento o in un insieme di documenti. Sono combinazioni di termini che, senza le parole comuni e le stop word, permettono di capire di quale argomento si sta parlando. Tale processo di comprensione è simile a quello del search engine semantico che, però, non ha ancora la capacità di leggere ed interpretare il significato delle parole leggendo le stesse in sequenza. Però può comprenderlo in maniera approssimativa facendo una analisi delle associazioni di parole.

Per esempio, si è appena parlato con termini altamente specifici quali search engine, semantica e SEO: in questo caso, tali parole rappresentano le co-occorrenze di questo documento. Le altre parole che, invece, sono quelle di uso comune, per esempio verbi o articoli, e possono tranquillamente essere trascurate rappresentano le stop word. Per capire il tema o l'argomento, il search engine, mette a confronto le co-occorrenze specifiche contenute nel testo con le combinazioni di parole nei diversi campi della propria base di conoscenza. Nel momento in cui questa comparazione risulta esatta o anche molto simile, allora, l'algoritmo associa il testo al campo semantico, ovvero l’argomento. Ritornando al caso di questo documento, l’argomento o il campo semantico con le parole specifiche simili risulta essere quello che riguarda la seo semantica.

La comprensione associativa non avviene senza co-occorrenze

Le co-occorrenze, quindi, si trovano alla base della comprensione associativa. Il significato di ogni parola, infatti, non viene interpretato dall’algoritmo ma, esso, si limita a intuite l'argomento generale mediante l’analisi delle relazioni fra le parole di un documento e le confronta con quelle del database di riferimento, la base di conoscenza. Per questo motivo, l'algoritmo che analizza le co-occorrenze non viene classificato fra gli algoritmi più avanzati di intelligenza artificiale né di lettura semantica automatica del testo. Anzi, è solo una semplicissima euristica della linguistica, praticamente meccanica, per capire velocemente l'argomento del testo, privo dell’approfondimento vero e proprio del significato dei testi. Infatti ai termini della frase non viene attribuito alcun particolare significato ma il testo viene diviso semplicemente in gruppi di parole che ne valutano il significato complessivo o, meglio, l'argomento di cui tratta.

In sostanza, diciamo che l’analisi delle co-occorrenze permette di trovare le parole e le frasi più rilevanti attorno ad un significato.

La ricerca semantica: cos’è e come funziona

Invece, la ricerca semantica, detta anche semantic search, rappresenta un altro metodo per trovare le informazioni in un database. Essa, non utilizza però solo le parole chiave ma analizza anche la semantica per approfondire il significato delle parole.

Quindi, nel momento in cui un utente digita la query dà al search engine delle parole chiave in combinazione; il motore di ricerca va ad analizzare il campo semantico di ogni parola tentando di individuare anche tutte le altre parole che sono pertinenti con quei termini. In questo modo, il motore di ricerca comprende la differenza di due parole simili fra loro ed acquisisce anche i sinonimi. Tale processo prende il nome di espansione del campo semantico.

In questo processo, il motore di ricerca usa una base di conoscenza, cioè un database in cui si trovano tutte le parole e le relazioni delle parole ed anche le entità, cioè i concetti. Quindi, il search engine capisce quando due query hanno gli stessi concetti pur essendo diverse e va a sostituire le query iniziali anche con le query espanse andando così a selezionare tutte quelle risorse che restituiscono una coincidenza col campo semantico espanso della prima query.

Abbiamo dunque capito che scrivere "come realizzare" o "come fare" ci metterà davanti agli stessi risultati o, comunque a pagine di risultati molto simili fra loro. In certi casi potremmo avere persino delle risorse che non hanno al loro interno le keyword usate nella query, bensì altri termini più pertinenti.

La selezione delle ricerche diventa così molto ampia ed è più facile trovare risultati di qualità ed evitare gli spam.

Potrebbe interessarti anche...

Dimensioni per la copertina di Facebook: come scegliere la foto giusta

Nell’era digitale i biglietti da visita sono i profili social, da Instagram a Twitter a Facebook; quest’ultimo risulta essere sempre il più utilizzato, nonostante gli alti e i bassi e la concorrenza degli altri sviluppatori di social network. Proprio come un biglietto da visita per essere efficace e interessante deve risultare chiaro, immediato, ben delineato, essenziale e puntuale nelle informazioni e gradevole al tatto e alla vista, così una pagina Facebook e il proprio profilo devono essere curati nei minimi dettagli utilizzando e scegliendo le immagini giuste e più rappresentative della propria personalità, con colori chiari e attraenti, con caratteri leggibili in caso di editing delle immagini con sovrascritte e soprattutto delle dimensioni giuste perché altrimenti si vanifica ogni sforzo. 

Leggi tutto...

Tag Alt Immagini, a cosa serve e come ottimizzarlo per la SEO

immagine artistica di un treno

Il mondo del web è sempre più visual e meno verbale; si dice spesso che un’immagine comunica più di mille parole, e il web si sta arricchendo di immagini – anche molto belle – ma che possono restare invisibili e rendere invisibili anche i contenuti alle quali sono poste a commento in modo anche appropriato se non si adottano le giuste strategie SEO per le immagini. Non è sufficiente ottimizzare solo i contenuti testuali di una pagina web per posizionarsi nelle prime pagine dei motori di ricerca, ma anche e soprattutto i contenuti multimediali necessitano di essere ottimizzati per creare una sinergia perfetta in ottica SEO.

Leggi tutto...

Menzioni e citazioni per la SEO: di cosa si parla?

Ormai, non possiamo certo, nascondercelo tutto il mondo gira intorno ad internet e giorno dopo giorno ci riscopriamo sempre più dipendenti di un mondo virtuale che ha sulle nostre vite un impatto nettamente superiore rispetto a quello reale. E in questa verità, seppur paradossale, si sono affacciate numerose figure professionali che stanno dando un peso specifico a livello sociale: tra le tante, in questo momento, spicca il cosiddetto esperto SEO (acronimo che sta per Search Engine Optimization). Ma cosa è questo esperto SEO? Di cosa si occupa?

Leggi tutto...

Contatti

Sede: Via Luigi Gadola 3, 00155 Roma
Email: info@elamedia.it
Per conoscerci meglio scarica la nostra Brochure.  

Scrivici

  

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie) per le seguenti finalità:

       Via Luigi Gadola 3
00155 Roma

Email: info@elamedia.it

Partita IVA: 12238581008 

Per conoscerci meglio scarica la nostra Brochure


In alternativa puoi utilizzare il form che trovi 
in Home per comunicare con la nostra Web Agency 

GDPR e Cookie Privacy. Questo sito utilizza solo Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies verrà interpretata come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal sito stesso.