Eccoci oggi con un nuovo articolo firmato ElaMedia, Agenzia con più di 15 anni di navigata esperienza nella Realizzazione di siti web e nell’Analisi SEO a Roma.

Menu di navigazione dell'articolo

Per domain authority si intende l’autorevolezza di un dominio web ed esistono strumenti idonei per poterla calcolare, ovvero per poter valutare e verificare quanto il dominio del proprio sito web, per esempio, sia autorevole ed efficace. Quanto maggiore è il rating del proprio dominio e quindi l’autorevolezza del sito tanto maggiori sono le possibilità che compaia tra i primi risultati di ricerca sui motori come Google e maggiore potenzialità di ricevere traffico e visite. Cosa rende “autorevole” un dominio?

La qualità delle informazioni riportate, un dominio dii per sé autorevole, una architettura del sito funzionale e ottimizzata. È, dunque, un aspetto importante da non trascurare e di conseguenza anche nella creazione contenuti web. Moz è l’azienda principale che ha sviluppato il sistema di metrica ufficiale per calcolare la domain authority.

Se hai voglia di scoprire uno strumento nuovo, dai un'occhiata a quello che abbiamo scritto su Google Suggestion.

Il calcolo della Domain Authority

La Mozbar è un’estensione gratuita utile per misurare la DA. Con lo stesso strumento si può anche verificare la singola Page Authority con un valore numerico da 1 a 100. Mozbar da anche un punteggio percentuale sullo spam e conta il numero di link in entrata. L’estensione – che si scarica dal sito ufficiale – si visualizza in alto della pagina sopra i risultati di ricerca (SERP).

Tra i tool messi a disposizione da Moz per misurare la Domain authority c’è il Link Explorer che ha sostituito l’Open Site Explorer e che serve per analizzare e mettere a confronto i link in entrata e in uscita, tra Follow e “No-follow”, fornisce l’elenco dei link di qualità che portano a visitare il proprio sito web e un elenco delle pagine del sito che hanno la più alta domain authority.

I fattori di calcolo che prende in considerazione il tool d Moz sono il Link profile, la qualità dei contenuti, il numero dei link in entrata e la loro qualità e provenienza, i segnai di social media e il livello SEO del sito. Inoltre, contribuiscono al calcolo della DA anche i domini radice, il numero dei diversi siti che linkano a un sito web: più è alto il numero di diversi link da diversi siti (non sempre dagli stessi), maggiore è l’autorevolezza del sito. Per “contare” i link dai siti esterni Moz utilizza il MozRank e per valutarne l’autorevolezza si impiega il Moz Trust.

I punteggi di DA vanno da 1 a 100, un buon punteggio – fermo restando che la perfezione non esiste - è quindi è da 60 in su, un punteggio medio buono è compreso tra 50 e 60, mentre nella media è tra 40 e 50. E' chiaro che siti con valori più alti avranno più possibilità di posizionarsi sui motori di ricerca.

Quanto è affidabile il calcolo della DA con Moz

In realtà la domain Authority è semplicemente uno strumento di metrica che non sempre rispecchia la realtà. Moz utilizza 40 fattori per il calcolo della Da tramite i suoi algoritmi, ma è noto che Motori di ricerca come Google sviluppano algoritmi sempre nuovi e basano il proprio ranking e le valutazioni per la SERP in base a oltre 200 fattori. RankBrain di Google è l’algoritmo di Doogle per capire il significato di una query.

Strumenti di metrica della DA simili a Moz sono “Domain Rating e URL Rating di Ahrefs” e il Trust Flow e Citation Flow di Majestic, entrambi utilizzano più o meno gli stessi criteri e attribuiscono lo stesso tipo di punteggio (da 1 a 100).

Non dimenticarti che se hai bisogno di un Consulente Web a Roma e provincia, puoi tranquillamente contattare noi al numero gratuito 800 117 270. Realizziamo siti vetrina, Portali, Blog o siti di vendita online.

Chiama l'800 119 270 o scrivici per un preventivo

Formula del consenso

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie)

Se ti serve una mano per difenderti dall'hotlinking, leggi il nostro articolo.

È possibile aumentare la Domain Authority

L’autorevolezza di un dominio può essere migliorata, ma bisogna dire che il processo di miglioramento della domain authority è basata sulla scala logaritmica e sulla cosiddetta legge dei rendimenti decrescenti. Vale a dire che è più facile riuscire a passare da un punteggio di 50 a 60, piuttosto che salire da 90 a 100.

I metodi di analisi di Moz sono sufficienti a monitorare il traffico, il tipo di keyword e la qualità de link in entrata. Ma la domain Authority si aumenta soprattutto concentrandosi su 3 attività – tutte strategie SEO:

  1. On-page SEO: tramite la scrittura e la Produzione di contenuti online ad hoc, originali e di qualità, con i corretti attributi di metadata e ALT immagini;
  2. Off-page SEO: tramite l’uso di strumenti come Moz per monitorare e revisionare i link e i backlink, utilizzando in modo corretto la strategia del Link building, senza che questa vanga scambiata per spam e generi come effetto contrario una penalizzazione da parte dei motori di ricerca. Ma più efficace è il link earning, la tecnica per riuscire ad attirare link esterni di qualità e a loro volta autorevoli che incrementano la DA del proprio sito.
  3. Tecniche di Search Engine Marketing: tecniche da mettere a punto fin dalla progettazione e creazione del sito web come la creazione di una mappa del sito XML, la registrazione del sito sulla Google Search Console, impostare i parametri del Robots.txt in modo da farsi rilevare dai “web crawler”, realizzare il sito con il protocollo HTTPS, usare i breadcrumbs nelle url e un sito dal design responsivo.

Valuta la lettura del nostro articolo relativo ai redirect da fare tramite il file .htaccess... siamo certi che potrà servirti per la tua SEO.

Come la Domain Authority influenza il posizionamento SEO

In questo paragrafo, approfondiremo l'analisi di come la DA influenza il posizionamento SEO, esaminando i seguenti aspetti.

Correlazione tra DA e posizionamento

  • Esistono diverse ricerche che dimostrano una correlazione positiva tra DA e posizionamento SEO. In generale, siti web con una DA alta tendono a posizionarsi meglio nei risultati di ricerca per le Parole chiave pertinenti.
  • Tuttavia, la DA non è l'unico fattore di ranking. Altri fattori come la qualità del contenuto, la struttura del sito web, l'esperienza utente e la velocità di caricamento possono avere un impatto significativo sul posizionamento.
  • La DA è più importante per le parole chiave competitive. Per le parole chiave con un alto volume di ricerca e una forte concorrenza, la DA può essere un fattore decisivo per ottenere un buon posizionamento.

Come la DA influenza la visibilità e il traffico organico:

  • Migliorando la DA di un sito web, si può aumentare la sua visibilità nei risultati di ricerca. Questo può portare a un aumento del traffico organico, ovvero il numero di visitatori che provengono dai motori di ricerca.
  • Un aumento del traffico organico può tradursi in un aumento delle conversioni e delle vendite.
  • La DA è un indicatore utile per valutare la competitività di un sito web in un determinato settore. Confrontando la DA del tuo sito web con la DA dei tuoi competitor, puoi capire se hai bisogno di migliorare la tua autorevolezza per ottenere un buon posizionamento.

Fattori che influenzano la DA

  • Backlink: Il numero e la qualità dei backlink che un sito web riceve da altri siti web sono uno dei fattori più importanti che influenzano la DA.
  • Trust Flow e Citation Flow: Questi due indicatori misurano la qualità e la quantità dei backlink di un sito web, e influenzano la sua DA.
  • Pertinenza del contenuto: I siti web con contenuti di alta qualità e pertinenti per le parole chiave ricercate tendono ad avere una DA più alta.
  • Altri fattori: L'età del dominio, la struttura del sito web, l'esperienza utente e la velocità di caricamento possono anche influenzare la DA.

Hai bisogno di una mano dal punto di vista tecnico? Ok... allora ti segnaliamo il nostro approfondimento sul segnale HTTP 302. Se questi argomenti ti appassionano particolarmente sappi che oltre noi puoi seguire (e anzi ti consigliamo di farlo) anche i migliori SEO Italiani

Esistono delle Estensioni per Chrome per calcolare la Domain authority?

Sì, esistono diverse estensioni per Google Chrome che permettono di calcolare la Domain Authority (DA) di un sito web direttamente dal browser. Queste estensioni sono particolarmente utili per i professionisti SEO, i marketer digitali e i webmaster che desiderano valutare rapidamente l'autorità di un dominio senza dover passare per strumenti SEO online o dashboard. Ecco alcune delle estensioni più popolari:

1. MozBar

MozBar è un'estensione gratuita offerta da Moz che consente agli utenti di accedere a metriche SEO chiave, tra cui la Domain Authority e la Page Authority, direttamente dalla barra degli strumenti del browser mentre navigano su internet. L'estensione offre anche altre funzionalità utili, come l'analisi dei link e l'highlight dei link in una pagina.

2. SEOquake

SEOquake è un'estensione gratuita che fornisce una vasta gamma di metriche SEO, comprese st

ime generali di traffico e confronti di dominio. Anche se non fornisce direttamente la Domain Authority di Moz, offre molti altri dati utili che possono aiutare a valutare la forza e l'autorità di un sito.

3. SimilarWeb

SimilarWeb offre un'estensione che consente agli utenti di ottenere stime di traffico e metriche di engagement per qualsiasi sito web, oltre a fornire un punteggio di ranking globale. Sebbene non mostri esplicitamente la Domain Authority, le informazioni fornite possono dare un'idea dell'autorità e della popolarità del sito.

4. Majestic Backlink Analyzer

L'estensione Majestic fornisce accesso diretto a metriche chiave come Trust Flow e Citation Flow, che sono indicatori alternativi all'autorità di un dominio simili alla Domain Authority. Offre anche una visione dettagliata del profilo di backlink di un sito.

Uso delle Estensioni

Quando si utilizzano queste estensioni, è importante ricordare che le metriche come la Domain Authority sono relative e dovrebbero essere utilizzate come parte di una valutazione complessiva della qualità e dell'autorità di un sito. Inoltre, le estensioni possono variare nella quantità di dati forniti gratuitamente e nella precisione delle loro metriche, quindi potrebbe essere utile installare e confrontare più estensioni per ottenere una visione completa.

Per utilizzare queste estensioni, è necessario installarle dal Chrome Web Store. Una volta installata, l'icona dell'estensione apparirà nella barra degli strumenti di Chrome, da cui si possono accedere facilmente le metriche SEO mentre si naviga sul web.

Quali sono dei valori alternativi alla domain authority di MOZ?

La "Domain Authority" (DA) di Moz è una metrica largamente utilizzata per valutare la reputazione e l'autorità di un sito web, basata su vari fattori che includono il numero e la qualità dei backlink. Tuttavia, esistono diverse altre metriche e strumenti offerti da altre aziende SEO e piattaforme di analisi web che forniscono valutazioni alternative dell'autorità di un dominio e della sua probabile performance nei risultati di ricerca. Ecco alcuni dei più noti:

1. Pagerank (Google)

Sebbene Google non aggiorni più pubblicamente il PageRank e non sia direttamente accessibile, il concetto originale di PageRank rimane un fondamento critico degli algoritmi di Google. Si basa sulla qualità e sulla quantità dei link che puntano a una pagina per determinarne l'importanza.

2. Trust Flow e Citation Flow (Majestic)

  • Trust Flow: Misura la qualità dei link che puntano a un sito basandosi sulla premessa che i link provenienti da siti affidabili sono un indicatore di fiducia.
  • Citation Flow: Valuta l'influenza di un sito web o di un link basandosi sulla quantità dei link che punta verso di esso, senza tenere conto della qualità.

3. Domain Rating (Ahrefs)

Il Domain Rating di Ahrefs è una metrica che valuta la forza del profilo di backlink di un sito web su una scala da 0 a 100. È simile alla Domain Authority ma utilizza l'ampio database di backlink di Ahrefs per le sue valutazioni.

4. URL Rating (Ahrefs)

Mentre il Domain Rating guarda all'intero dominio, l'URL Rating di Ahrefs valuta la forza dei backlink che puntano a una specifica pagina web, fornendo un'idea della sua probabile capacità di posizionarsi bene nei motori di ricerca.

5. Authority Score (Semrush)

L'Authority Score di SEMrush è un composto di metriche che valuta la salute SEO complessiva e la forza di un dominio. Combina dati su backlink, traffico organico di ricerca, e altri parametri per fornire una visione olistica dell'autorità di un sito.

6. Ranking Score (SERPstat)

Il Ranking Score di SERPstat è una metrica che valuta l'efficacia SEO di un dominio basandosi sulla sua visibilità nei motori di ricerca e sulla distribuzione delle posizioni per le parole chiave per cui si posiziona.

Ognuna di queste metriche fornisce un'angolazione leggermente diversa sull'autorità e sul potenziale di ranking di un sito web, riflettendo vari aspetti del suo profilo SEO. È importante ricordare che nessuna di queste metriche è utilizzata direttamente da Google o altri motori di ricerca per determinare i ranking; tuttavia, possono fornire insight preziosi per i marketer e gli SEO per valutare e migliorare la loro strategia SEO.

FAQ

Come si aumenta la Domain Authority?

L’autorevolezza di un sito migliora grazie ai contenuti originali e ben scritti, adeguato numero di link in entrata e di Link interni e altre strategie SEO utili a migliorare la presenza online. Il calcolo della DA e una misura di analisi utile anche per studiare la concorrenza.

Cos’è la Zoom Authority?

La Zoom authority è un’altra metrica sviluppata per analizzare – a “colpo d’occhio” – il rendimento di un sito web nelle ricerche di Google. È un sistema di metrica di proprietà di SEO Zoom in grado di stimare l’autorevolezza di un sito attribuendo un valore da 0 a 100 e su scala logaritmica.

Cos’è un second level domain?

Un dominio di secondo livello – second level domain – identifica il Brand, il prodotto, il soggetto o l’azienda promosso dal dominio. Per esempio, www.kataweb.it è un dominio di secondo livello in quanto identifica al suo interno il nome di una società di servizi.

Come si scrive un dominio e quali caratteristiche deve avere?

Il nome di dominio deve contenere solo caratteri alfanumerici: lettere dalla “A” alla “Z” e numeri da 0 a 9 e per simbolo (o carattere straordinario) è concesso solo il trattino. Nel caso di domini con estensione “.eu”, il trattino non deve capitare né in prima né in terza né in quarta e né in ultima posizione. Infine il dominio non può contenere entro i primi 4 caratteri la sequenza “xn—”

Quanti tipi di dominio esistono?

Esistono 3 tipi di dominio: TLD o generici, TLD sponsorizzati e TLD country-code (ovvero con codice paese)

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).