La Search Engine Optimization è una disciplina fondamentale per migliorare la visibilità di un sito web sui motori di ricerca. Un'ottima strategia SEO può fare la differenza tra un sito web che si posiziona bene nei risultati di ricerca e uno che rimane nell'ombra. Uno dei prodotti Google utili per aiutare nella ricerca delle parole chiave più rilevanti e per capire quali argomenti sono richiesti dagli utenti è Google Suggestion.

Menu di navigazione dell'articolo

Google Suggestion: Cosa è e come funziona

Google Suggestion, o Suggerimenti di Google, è una funzionalità introdotta dal famoso motore di ricerca per semplificare la ricerca degli utenti. Quando gli utenti iniziano a digitare una query nel campo di ricerca, Google suggerisce automaticamente alcune frasi o parole chiave correlate a ciò che stanno cercando. Questi suggerimenti si basano sull'analisi delle ricerche precedenti effettuate dagli utenti e sulle tendenze di ricerca del momento.

I suggerimenti di Google possono essere uno strumento prezioso per coloro che si occupano di SEO. Infatti, monitorando attentamente questi suggerimenti, è possibile ottenere informazioni preziose sulle tendenze di ricerca attuali e sulle Parole chiave più popolari legate a determinati argomenti.

La ricerca delle parole chiave per la stesura di testi per il web

Uno degli aspetti chiave della SEO è la scelta delle parole chiave. Queste sono le parole o frasi che gli utenti digitano nei motori di ricerca quando cercano informazioni specifiche. Trovare le parole chiave giuste è fondamentale per posizionarsi tra i primi risultati di ricerca e attirare traffico di qualità sul proprio sito web.

Google Suggestion è uno strumento fondamentale per individuare le parole chiave più pertinenti per il proprio business o settore. Digita semplicemente le parole chiave principali e osserva quali suggerimenti appaiono. Potresti notare frasi come "creazione progetti internet", "migliori strumenti per la Progettazione di siti web e altre ancora. Utilizzando questi suggerimenti, puoi creare contenuti mirati e rispondere alle domande degli utenti in modo efficace.

Capire le esigenze degli utenti attraverso Google Suggestion

Per avere successo nella creazione di articoli per il web, è essenziale comprendere le esigenze e le intenzioni degli utenti. Google Suggestion offre uno sguardo diretto su ciò che le persone cercano attivamente, fornendo così una panoramica delle domande e dei problemi comuni tra gli utenti.

Ad esempio, inserendo "creazione di pagine per il web" come query di ricerca, potresti notare suggerimenti come "come creare contenuti di qualità per il web", "strumenti per la creazione di testi" e così via. Questi suggerimenti possono suggerire temi specifici per i tuoi articoli o guide, aiutandoti a creare contenuti rilevanti e utili per il tuo pubblico.

Se lo ritieni, potrai chiamare gratuitamente uno dei nostri Consulenti Web al numero verde 800 119 270.

Chiama l'800 119 270 o scrivici per un preventivo

Formula del consenso

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie)

La scoperta di nuovi argomenti

La creazione di testi di qualità è un pilastro fondamentale della strategia SEO. Per attirare e mantenere l'attenzione degli utenti, è essenziale offrire informazioni interessanti e nuove. Tuttavia, trovare continuamente nuovi argomenti da trattare può essere una sfida.

In questo contesto, Google Suggestion diventa un valido alleato. Utilizzando i suggerimenti forniti da Google, puoi scoprire nuovi argomenti correlati a quelli principali che stai già trattando. Ad esempio, se il tuo sito web tratta principalmente di "web marketng", potresti trovare suggerimenti come "come realizzare una strategia di web marketing efficace" o "tendenze per una buona campagna di web marketing". Questi suggerimenti ti offrono idee fresche per creare contenuti innovativi e di tendenza.

Google Suggestion e l'analisi della concorrenza

Oltre a fornire suggerimenti per nuovi argomenti e parole chiave, Google Suggestion può essere utilizzato anche per analizzare la concorrenza. Osservando i suggerimenti offerti da Google quando si digita il nome di un concorrente o il loro settore di attività, si possono ottenere informazioni preziose sulle strategie di contenuto adottate dai competitor.

Per approfondire ulteriormente ti consigliamo la lettura del nostro articolo dedicato a Majestic SEO.

Posso trovare informazioni sulla Google Suggestion nella Search Console?

No, Google Search Console non fornisce informazioni dirette sulle Google Suggestions, note anche come suggerimenti di ricerca automatica di Google. La Search Console è focalizzata principalmente sull'analisi del rendimento del tuo sito web nei risultati di ricerca di Google, fornendo dati su impressioni, clic, posizionamento delle parole chiave e molto altro.

Cosa Offre Google Search Console:

  1. Performance: Visualizza i dati su come le pagine del tuo sito web compaiono nei risultati di ricerca di Google.
  2. Copertura: Mostra lo stato di indicizzazione del tuo sito e segnala eventuali errori.
  3. Usabilità Mobile: Analizza l'usabilità del tuo sito su dispositivi mobili.
  4. Velocità di Caricamento: Fornisce informazioni sulle prestazioni delle pagine (Core Web Vitals).
  5. Link interni ed Esterni: Mostra chi sta linkando al tuo sito e come i link interni sono distribuiti.

Per le Google Suggestions:

  • Google Trends: Può essere utilizzato per analizzare le tendenze di ricerca e i pattern di ricerca correlati, ma non offre dati diretti sulle Google Suggestions.
  • Strumenti di Terze Parti: Alcuni strumenti SEO e di analisi delle parole chiave offrono informazioni sui suggerimenti di ricerca, basandosi sui dati raccolti autonomamente.
  • Ricerca Manuale: Fare ricerche manuali in Google può darti un'idea dei suggerimenti di ricerca, ma senza analisi quantitative.

Le Google Suggestions sono generate algoritmicamente da Google basandosi sulla popolarità delle ricerche, sulla cronologia delle ricerche degli utenti e su altri fattori, ma Google non fornisce un accesso diretto a questi dati attraverso i suoi strumenti ufficiali come la Search Console.

Come posso sfruttare Google Suggestion per i miei redirect?

Sfruttare le Google Suggestions (o Google Autocomplete) per i tuoi redirect è una strategia astuta per indirizzare il traffico verso il tuo sito web, specialmente se stai cercando di catturare traffico basato su query di ricerca popolari o di tendenza. Ecco come puoi procedere:

1. Ricerca delle Parole Chiave

  • Utilizza Google Autocomplete: Inizia digitando argomenti rilevanti per il tuo sito web nella barra di ricerca di Google e nota le suggerimenti automatici che compaiono. Queste sono indicazioni su ciò che gli utenti stanno comunemente cercando.
  • Analizza le Tendenze: Usa strumenti come Google Trends per identificare le parole chiave di tendenza correlate al tuo settore o nicchia.

2. creazione di contenuti Correlati

  • Sviluppa Contenuti: Crea pagine o articoli di blog sul tuo sito web che corrispondano a queste query di ricerca popolari. Assicurati che il contenuto sia di alta qualità, informativo e rilevante per le parole chiave.

3. Implementazione dei Redirect

  • Redirect Basati su Parole Chiave: Se hai pagine obsolete o poco performanti sul tuo sito che si posizionano per parole chiave simili, considera di reindirizzarle (tramite redirect 301) verso i tuoi nuovi contenuti più pertinenti.
  • Attenzione al Contesto: Assicurati che il reindirizzamento sia logico e fornisca valore all'utente. I redirect devono essere pertinenti e migliorare l'esperienza dell'utente.

4. Ottimizzazione SEO

  • Ottimizza le Nuove Pagine: Assicurati che le nuove pagine siano ottimizzate per i Motori di ricerca, usando le parole chiave in modo naturale nei titoli, nelle descrizioni meta, nei contenuti e negli URL.

5. Monitoraggio e Analisi

  • Analizza il Traffico: Usa strumenti come Google Analytics per monitorare il traffico verso queste pagine. Controlla da dove provengono i visitatori e come interagiscono con il tuo sito.
  • A/B Testing: Considera di eseguire test A/B su diverse varianti di redirect e contenuti per vedere quali performano meglio.

6. Evitare Pratiche Scorrette

  • Evita il Cloaking e i Redirect Ingannevoli: Non usare redirect che ingannano gli utenti facendoli atterrare su contenuti non correlati alle loro ricerche originali. Questo può essere penalizzato da Google.

7. Aggiornamento Regolare

  • Mantieni il Contenuto Aggiornato: Le tendenze di ricerca cambiano. Aggiorna regolarmente i tuoi contenuti e i tuoi redirect per riflettere gli interessi e le ricerche attuali degli utenti.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).