Benvenuti in un nuovo approfondimento firmato ElaMedia Group, un team di esperti SEO che si propongono come Consulenti Web a Roma e provincia.

Menu di navigazione dell'articolo

Siteliner è un tool per rilevare la creazione di contenuti web duplicati all’interno di un sito web. È uno strumento molto utile per i webmaster nel processo di realizzazione di portali web perché l’algoritmo Panda messo a punto da qualche anno dal motore di ricerca Google per contrastare i contenuti copiati penalizza i siti in cui emergono duplicati anche all’interno del sito stesso e non solo copiati da altri siti.

Ai fini SEO è, quindi, molto importante fare attenzione ed evitare pagine uguali o molto simili tra loro anche all’interno del proprio sito. Siteliner è un software – che funziona come un crawler ed è in grado di individuare i contenuti duplicati o plagiati e la loro provenienza. Vi spieghiamo come usare Siteliner per evitare di incorrere in severe penalizzazioni dei Motori di ricerca.

Perché usare Siteliner?

Siteliner è un tool gratuito e utilizzabile da chiunque (Blogger, webmaster, professionisti, copywriter, proprietari di web o per semplice curiosità). Per capire come usare Siteliner bisogna sapere il perché e a cosa serve. Ebbene, quando si ottimizza un sito per posizionarlo tra i primi risultati di ricerca nelle SERP dei motori come Google, Yahoo!, Bing e così via occorre seguire delle linee guida come, per esempio, evitare lo spam, contenuti di bassa qualità, evitare una densità di Parole chiave troppo alta. Tra le altre indicazioni vi è anche quello di evitare accuratamente la duplicazione dei contenuti. Il copia/incolla è vietato, il plagio e qualsiasi forma di contenuti identico o simile anche all’interno del proprio sito. In questo ultimo caso, i duplicati si generano perché il sito ha cambiato dominio e il precedente non è stato ancora oscurato e quindi pur essendo contenuti “autentici”, si rischia la penalizzazione. Per queste ragioni, esistono software come Siteliner che aiutano a individuare i contenuti duplicati e correggerli.

Come usare Siteliner: caratteristiche

Siteliner – oltre a rilevare contenuti duplicati – è in grado di individuare i collegamenti interrotti e altre incongruenze che possono penalizzare un sito web. Per usare Siteliner è sufficiente entrare nella homepage del sito e sulla barra di ricerca inserire l’URL del sito da diagnosticare. Nei risultati si visualizzano:

  1. Il numero di tutte le pagine del sito web analizzato;
  2. Le informazioni sui contenuti del sito;
  3. Le informazioni relative la dimensione media della pagina (il tempo di caricamento, il numero di parole per pagina, i contenuti duplicati, i contenuti comuni, i collegamenti, il rapporto testo HTML).

Le informazioni ricavate dall’analisi si possono conservare e salvare. Le consultazioni con la versione gratuita di Siteliner danno diritto a una sola analisi al mese. La versione premium per poter effettuare analisi illimitate richiede la registrazione e la sottoscrizione di un abbonamento a seconda di vari piani tariffari.

Per quel che concerne la ricerca di keywords per i nostri articoli abbiamo da poco scritto un approfondimento sull'estensione SEO Keywords Everywhere.

Chiama l'800 119 270 o scrivici per un preventivo

Formula del consenso

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie)

Se sei interessato a "condire" il tuo blog di contenuti particolari, dai un'occhiata all'articolo che abbiamo redatto per le mappe concettuali; siamo certi che potrebbe aiutarti ad arricchire i tuoi articoli di nuovi schemi grafici.

I rischi dei contenuti duplicati per la SEO

Nell'universo digitale in costante evoluzione, i motori di ricerca svolgono un ruolo cruciale nell'organizzare l'infinita mole di informazioni disponibili online, garantendo che gli utenti possano trovare contenuti pertinenti e di qualità in risposta alle proprie ricerche. Un aspetto fondamentale di questo processo è la capacità degli algoritmi dei motori di ricerca di filtrare i contenuti ridondanti o duplicati, assicurando così risultati di ricerca variegati ed efficaci. Questa strategia non solo migliora l'esperienza dell'utente ma promuove anche un ambiente digitale più sano e competitivo per i creatori di contenuti.

Ricorda che nel 2019 Google ha rilasciato il suo algoritmo BERT, con il quale ha enormemente migliorato le sue capacità di comprensione per quanto riguarda il testo che pubblichiamo. 

La Lotta contro i Contenuti Duplicati

Gli algoritmi dei motori di ricerca sono progettati per identificare e contrastare le copie non autorizzate di contenuti già esistenti. La presenza di contenuti duplicati può diluire la qualità dei risultati di ricerca, portando a un'esperienza utente frustrante. Per mitigare questo problema, gli algoritmi valutano la qualità, l'originalità e l'eterogeneità dei contenuti. In questo contesto, l'originalità si riferisce non solo alla novità del contenuto ma anche alla sua rilevanza e al valore aggiunto che apporta agli utenti.

Importanza della Data di Pubblicazione

Un criterio chiave utilizzato dai motori di ricerca per determinare quale contenuto debba essere privilegiato nei risultati di ricerca è la data cronologica di pubblicazione. I contenuti che sono stati pubblicati per primi e che sono pertinenti a una specifica query tendono a ricevere un maggiore riconoscimento e autorevolezza. Questo non significa che i nuovi contenuti non possano competere; tuttavia, la freschezza deve essere accompagnata da un'alta qualità e un'unicità per superare i contenuti esistenti nei ranking.

La Gestione dei Contenuti Duplicati

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, i motori di ricerca non penalizzano direttamente i contenuti duplicati attraverso un "declassamento". Tuttavia, la naturale conseguenza dell'Algoritmo che favorisce l'originalità è che i contenuti duplicati, soprattutto se pubblicati dopo l'originale, tendono a essere posizionati più in basso nei risultati di ricerca. Questo si traduce in una visibilità ridotta e, di conseguenza, in minor traffico verso il sito che ospita i duplicati.

Strumenti per la Rilevazione di Duplicati

Per i creatori di contenuti e i professionisti SEO, è fondamentale assicurarsi che i contenuti prodotti siano originali o, quando si citano fonti esistenti, che queste siano opportunamente rielaborate e integrate. Strumenti come Siteliner offrono la possibilità di analizzare i siti web alla ricerca di contenuti duplicati, sia internamente che rispetto a contenuti esterni, permettendo di identificare e modificare eventuali parti di testo che potrebbero essere considerate copie. L'uso di questi strumenti è essenziale non solo per evitare problemi di visibilità nei motori di ricerca ma anche per mantenere l'integrità e l'autenticità del proprio sito web.

In conclusione, nell'era dell'informazione digitale, la creazione di contenuti originali, pertinenti e di valore è più importante che mai. I motori di ricerca, attraverso sofisticati algoritmi, svolgono un ruolo vitale nel promuovere queste qualità, filtrando i contenuti duplicati e incentivando una maggiore varietà e qualità nei risultati di ricerca. Per i professionisti del web, comprendere e adattarsi a queste dinamiche significa non solo migliorare la visibilità online ma anche contribuire positivamente all'ecosistema digitale globale.

Ho modo di segnalare a Google qualcuno che copia i miei contenuti?

Sì, se scopri che i tuoi contenuti originali sono stati copiati senza autorizzazione, Google fornisce degli strumenti per segnalare questa violazione dei diritti d'autore. Questa azione può essere particolarmente importante per proteggere il tuo lavoro e mantenere l'integrità e la valutazione del tuo sito nei risultati di ricerca di Google. Ecco come puoi procedere:

Utilizzo del Centro Assistenza per i Diritti d'Autore di Google

Google ha un processo specifico per gestire le segnalazioni di violazione dei diritti d'autore, noto come DMCA (Digital Millennium Copyright Act) takedown notice. Questo processo è applicabile a vari servizi di Google, inclusi la Ricerca Google, Google Images e YouTube. Ecco i passaggi principali:

  1. Accedi al Centro Assistenza per i Diritti d'Autore di Google: Qui, Google fornisce informazioni dettagliate su come segnalare contenuti che ritieni violino i tuoi diritti d'autore.

  2. Compila il Form di Segnalazione DMCA: Google offre un modulo online per inviare la tua segnalazione. Dovrai fornire informazioni specifiche, tra cui:

    • I tuoi dati di contatto.
    • Una descrizione dettagliata del contenuto originale che ritieni sia stato copiato.
    • Gli URL esatti dei contenuti copiati che vuoi segnalare.
    • Una dichiarazione che confermi la tua convinzione che l'uso del materiale in questione non sia autorizzato dal proprietario dei diritti d'autore, dal suo agente o dalla legge.
    • Una dichiarazione che le informazioni nella notifica sono accurate e, sotto pena di spergiuro, che sei autorizzato ad agire per conto del proprietario di un diritto esclusivo che sarebbe stato violato.
  3. Rivisitazione da Parte di Google: Dopo aver inviato il modulo, Google esaminerà la tua segnalazione. Se la segnalazione è valida e completa, il contenuto segnalato potrebbe essere rimosso dai risultati di ricerca di Google o dai servizi specifici in cui appare.

  4. Risposta Possibile dell'Altra Parte: È importante notare che l'entità che ha pubblicato il contenuto in questione ha la possibilità di rispondere con una contro-notifica, se crede che l'eliminazione sia avvenuta per errore o che abbia il diritto di utilizzare il contenuto.

Considerazioni Aggiuntive

  • Documentazione: Mantieni una copia di tutta la corrispondenza e della documentazione relativa alla tua segnalazione, compreso il modulo di segnalazione compilato.
  • Consultazione Legale: Se la situazione è complessa o se non sei sicuro di come procedere, potrebbe essere utile consultare un avvocato specializzato in diritti d'autore per ricevere una consulenza specifica.

Segnalare la copia non autorizzata dei tuoi contenuti è un passo importante per proteggere i tuoi diritti e assicurarti che il tuo lavoro sia riconosciuto e valorizzato correttamente online. Google prende seriamente queste segnalazioni, ma è fondamentale fornire tutte le informazioni richieste in modo chiaro e preciso per facilitare il processo.

Quali sono i più famosi tool per controllare i contenuti duplicati sul web?

I contenuti duplicati possono influenzare negativamente il posizionamento di un sito web nei motori di ricerca, rendendo cruciale l'identificazione e la gestione di tali contenuti. Esistono diversi strumenti, sia gratuiti che a pagamento, progettati per aiutare webmaster, SEO e copywriter a scoprire contenuti duplicati sul web. Ecco alcuni dei più noti e affidabili strumenti disponibili:

1. Copyscape

  • Descrizione: Copyscape è forse lo strumento più famoso per la ricerca di contenuti duplicati. Offre sia una versione gratuita che opzioni premium, consentendo agli utenti di inserire l'URL di una pagina per verificare la presenza di copie su internet.
  • Perché è popolare: La sua facilità d'uso e l'affidabilità ne fanno uno strumento di riferimento per molti professionisti.

2. Grammarly

  • Descrizione: Sebbene sia meglio conosciuto come un correttore grammaticale e di stile, Grammarly offre anche un controllo avanzato per il plagio, disponibile nella sua versione premium.
  • Perché è popolare: Oltre a verificare il plagio, Grammarly aiuta a migliorare la qualità dei testi correggendo errori grammaticali e stilistici.

3. Turnitin

  • Descrizione: Principalmente usato in ambito accademico, Turnitin è ampiamente riconosciuto per la sua capacità di rilevare il plagio confrontando i testi con una vasta base di dati di lavori accademici, documenti pubblicati e pagine web.
  • Perché è popolare: La sua efficacia nel rilevare il plagio in contesti accademici lo rende uno strumento indispensabile per insegnanti e studenti.

4. Plagscan

  • Descrizione: Plagscan è uno strumento che permette agli utenti di controllare documenti per il plagio, confrontandoli con una vasta quantità di contenuti online e archivi propri.
  • Perché è popolare: Offre soluzioni sia per il settore educativo che per quello professionale, rendendolo versatile per diverse esigenze.

5. Quetext

  • Descrizione: Quetext è un altro popolare software di controllo del plagio che utilizza una tecnologia di rilevamento sofisticata per identificare contenuti duplicati.
  • Perché è popolare: Viene apprezzato per la sua interfaccia semplice e intuitiva, oltre alla profondità dell'analisi offerta.

6. Duplichecker

  • Descrizione: Duplichecker offre un servizio gratuito che permette agli utenti di verificare la presenza di contenuti duplicati inserendo testo o caricando un documento.
  • Perché è popolare: La sua accessibilità e la possibilità di utilizzarlo senza registrazione lo rendono un'opzione conveniente per verifiche rapide.

7. Siteliner

  • Descrizione: Siteliner è specializzato nell'analizzare siti web completi per rilevare contenuti duplicati, pagine rotte e altri fattori chiave per l'ottimizzazione dei motori di ricerca.
  • Perché è popolare: Offre una visione d'insieme della salute SEO di un sito web, oltre alla funzione specifica di rilevamento dei contenuti duplicati.

FAQ

Cosa mostra Siteliner?

I risultati di ricerca di Siteliner mostrano lo stato del sito, il numero di pagine trovate, le pagine controllate, la presenza di reindirizzamenti, i contenuti duplicati in percentuale, i collegamenti interni interrotti, la sitemap XML. In sintesi, fornisce in modo tabellare e di immediata comprensione la performance contenutistica di un sito.

Come si usa SiteLiner?

Il sito è molto semplice da usare. Si entra nella homepage, si inserisce nella barra di ricerca l’URL del sito da analizzare e in pochi secondi rinvia il risultato dell’analisi. Siteliner funziona come un crawler che scandaglia le pagine dei siti da analizzare e per ogni pagina riporta il titolo, i link in entrata e in uscita attribuendo un valore di Page Power, ovvero l’importanza che una pagina del sito ha in base al numero di link che riceve e che portano traffico. I valori sono compresi tra un valore minimo di 1 a 100.

Che vantaggi comporta Siteliner per la SEO?

Si può dire che siteliner si “comporta” un po’ come Google nello scandagliare le pagine dei siti web e anche se non è sempre chiaro quale sia la logica di indicizzazione, Siteliner aiuta in ogni caso a capire come i motori di ricerca esaminano i siti controllando le metadescription, i file Robots.txt, i reindirizzamenti, i tag canonical, i link no follow, i tag meta robot, i tag immagine e così via. Avvicinarsi alla logica di indicizzazione facilita la correzione di tutte quelle attività ritenute insolite o pratiche scorrette che possono far incorrere – anche inconsapevolmente – nelle penalizzazioni e nella perdita di traffico.

Quali sono gli aspetti negativi di Siteliner?

Siteliner è un tool gratuito, ma nella sua versione gratuita permette di effettuare l’analisi su un sito una volta al mese, non controlla tutte le pagine di un sito ma solo le prime 500 pagine più importanti e non effettua analisi in tempo reale. Nella versione premium – per cui occorre registrarsi e abbonarsi – si possono usufruire di altre funzioni e della possibilità di salvare i risultati delle analisi sui contenuti.

Se ti interessa abbiamo da poco redatto una guida sull'intelligenza artificiale Jasper, strumento che aiuta chi scrive sul web. Sempre in tema di scrittura sul web abbiamo da poco pubblicato un articolo che spiega il significato della parola Ghostwriter.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).