Benvenuti in un nuovo articolo su ElaMedia Group, un'agenzia con oltre 15 anni di esperienza nello sviluppo di siti web a Roma e nella Consulenza su Facebook ADS. Il nostro sito vi svelerà tutti i segreti del social più famoso di internet spiegandovi che cos’è Facebook Advertising e fornendo una pratica guida a Facebook engagement. Ma siamo anche esperti di Google, quindi, sul nostro sito troverai persino un approfondimento dedicato alla guida per Adwords. Ma oggi di cosa parleremo?

Menu di navigazione dell'articolo

Dopo avervi proposto un approfondimento sulle dimensioni per la copertina di Facebook, oggi vi illustriamo una nuova guida. Quando si parla di pubblicità su Facebook ci sono ormai sul web una vasta serie di consigli e, il più delle volte, si tratta di nozioni errate o molto spesso inutili per la buona riuscita di una specifica attività. Creare delle campagne pubblicitarie che siano ben indirizzate è indispensabile per non sprecare il proprio budget con delle inserzioni inutili che non daranno vita a nessun guadagno per l’azienda che sta investendo. 

Dopo aver ampiamente dato tutte le informazioni su come creare una pagina Facebook e quando pubblicare su Facebook, oggi, parleremo di come creare un pubblico personalizzato su Facebook ADS.

Facebook Advertising: lo strumento irrinunciabile per le aziende!

Prima di spiegare come si sviluppa un pubblico personalizzato, però, capiamo perché per un’azienda è necessario dedicarsi ad attività di Facebook Advertising. L’azienda che vuole usare i social network per accrescere la propria visibilità non può più permettersi di creare una propria pagina e lasciarla in stand-by senza fare nulla in proposito; questo infatti bastava nei primi anni di Facebook quando si pubblicava qualcosa e si viveva di rendita con grandi dosi di copertura organica.

A proposito, hai già letto la nostra guida sulla gestione delle pagine social a Roma?

Oggi, per fare Facebook Business è tutto capovolto. Si devono investire dei soldi per la creazione delle campagne pubblicitarie e con la sola reach organica non potranno mai raggiungere i risultati sperati. Per questo si devono sviluppare dei piani ben strutturati di Social Marketing, per riuscire a raggiungere gli obiettivi prefissati.

Nell’era del marketing digitale, il marketing 2.0, è necessario l’utilizzo di alcuni strumenti per poter svolgere una determinata e per fare una campagna su Facebook efficace si devono avere delle accortezze ed impostare vari parametri affinché tutto vada come sperato.

Un grave errore che viene commesso spesso dai marketer inesperti è creare un profilo invece che una pagina. Infatti il famoso social ha reso disponibile una vasta serie di strumenti diretti alla gestione delle pagine.

Una volta creata la pagina aziendale si può perseguire l’obiettivo di farla diventare redditizia sia per visibilità che per conversioni dirette.

Un consiglio: Scopri come ottimizzare le dimensioni dei post su Facebook per massimizzare l'impatto visivo!

Se hai bisogno di un'Agenzia che si occupi al 100% di Consulenza per Facebook advertising, allora non esitare e contattaci subito al numero che trovi sulla destra.

Creare un pubblico personalizzato da Business Manager

Dopo avere creato la pagina aziendale è indispensabile passare a Facebook Business Manager che è la versione professionale di Facebook e consente ai professionisti di controllare tutti gli aspetti delle varie campagne.

Arrivati a questo punto gli strumenti di Facebook ci consentono di targettizzare l’audience suddividendola per età, località, sesso, formazione, interessi professionali, ecc. Si tratta di informazioni utili che un professionista può ricavare dalle statistiche di Google Analytics.

Facebook però è diverso da Google e per un marketer inesperto questo potrebbe essere un problema. Facebook, fortunatamente, è in grado di fornire anche le soluzioni a questo problema consentendo di creare dei pubblici personalizzati che partono da basi certe, solide e sicure: le liste clienti.

Le fasi per la creazione del pubblico sono:

  • Entrare nel Business Manager e cliccare sui tre puntini in alto a sinistra e, nel menu a tendina, selezionare tutti gli strumenti. Nella lunga serie di opzione che si apre andate a selezionare pubblico.
  • Dalla libreria del pubblico potrete iniziare a creare il pubblico personalizzato cominciando dalla vostra lista di clienti dalla quale Facebook svilupperà un pubblico di utenti dalle simili caratteristiche.
  • Scegliete ora fra le due opzioni proposte per creare delle diverse tipologie di pubblico. Creare un pubblico personalizzato con la lista clienti e creare un pubblico simile con nuovi utenti che si potrebbero interessare alla vostra azienda.
  • Dopo aver creato le liste personalizzate, potrete trovarle nella libreria pubblico e il pubblico simile rilevato da Facebook sarà evidenziato dalla dicitura Looklike e sarà questo il nucleo fondante della campagna pubblicitaria. In questo modo la creazione delle prossime campagne Facebook sarà un’attività più redditizia. Entrate nella sezione Gestione inserzioni e cliccate su Crea per creare una nuova inserzione pubblicitaria.
  • L’inizio delle nuove campagne pubblicitarie Facebook richiederanno per iniziare la scelta degli obiettivi della campagna che sarete voi a dover definire.

Dopo aver definito il pubblico potrete completare tutti i vari parametri della vostra campagna, cioè la durata ed il budget che volete investire e il post da sponsorizzare.

Non esitare a contattarci al numero verde che trovi in questa pagina se hai bisogno di un Esperto nella nella stesura di testi per il web o nella gestione di Pagine Social. Sappi che ci occupiamo anche di Campagne dedicate a Google ADS.

Chiama l'800 119 270 o scrivici per un preventivo

Formula del consenso

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie)

Ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento sulle mappe concettuali. Siamo sicuri che potrà aiutarti ad organizzare al meglio le tue azioni SEO e Web Marketing.

Creare un pubblico personalizzato su Facebook ADS con il "Pixel di Facebook"

Creare un pubblico personalizzato su Facebook Ads utilizzando il "Pixel di Facebook" è una strategia fondamentale per gli inserzionisti che desiderano massimizzare l'efficacia delle loro campagne pubblicitarie. Il Pixel di Facebook è uno strumento potente che consente di tracciare il comportamento degli utenti sul proprio sito web, raccogliendo dati preziosi per costruire un pubblico altamente mirato e aumentare il tasso di conversione.

Il funzionamento del Pixel è sorprendentemente semplice: una volta generato il codice tramite l'interfaccia di Facebook Business Manager, basta inserirlo all'interno delle pagine del sito web. Da quel momento in poi, il Pixel inizierà a registrare tutte le interazioni degli utenti con il sito, come la visualizzazione di pagine, i clic sugli elementi, i completamenti di form e le conversioni. Questi dati, raccolti in modo anonimo e rispettoso della privacy, consentono agli inserzionisti di ottenere una panoramica dettagliata del comportamento degli utenti e di utilizzarli per creare un pubblico personalizzato altamente pertinente.

La prima applicazione pratica del Pixel di Facebook è quella di tracciare le conversioni. Ad esempio, se si desidera misurare quanti utenti completano un acquisto, basta configurare il Pixel per registrare la pagina di conferma dell'ordine come conversione. In questo modo, è possibile monitorare in tempo reale quante vendite vengono effettuate grazie agli annunci di Facebook. Questo livello di tracciamento preciso consente agli inserzionisti di valutare l'efficacia delle campagne e apportare eventuali correzioni per ottimizzarle. Proprio in riferimento a questo ti ricordiamo che ElaMedia gestisce anche Campagne social con Instagram ADS.

Un altro vantaggio del Pixel è la possibilità di creare pubblici personalizzati basati su azioni specifiche degli utenti. Ad esempio, è possibile creare un pubblico formato da coloro che hanno visitato una pagina di prodotto o hanno aggiunto un articolo al carrello, ma non hanno completato l'acquisto. Questo pubblico di "carrelli abbandonati" può essere poi raggiunto con annunci mirati, come offerte speciali o promemoria per completare l'acquisto. Questa tattica è estremamente efficace per recuperare potenziali clienti che potrebbero essere stati distratti o indecisi durante il processo di acquisto.

Inoltre, il Pixel di Facebook consente di tracciare il comportamento di navigazione degli utenti, fornendo informazioni preziose sugli interessi e sulle preferenze del pubblico. Questi dati possono essere utilizzati per creare pubblici personalizzati basati su specifici interessi o categorie di prodotti. Ad esempio, se un'azienda di abbigliamento sportivo vuole raggiungere persone interessate al fitness, può creare un pubblico personalizzato basato sulle pagine visitate dagli utenti sul sito, come le pagine delle scarpe da corsa o degli attrezzi da palestra. Questo approccio assicura che gli annunci vengano mostrati a persone con una propensione maggiore verso il prodotto o il servizio offerto.

Infine, il Pixel di Facebook gioca un ruolo fondamentale nella creazione di pubblici simili (Lookalike). Questa funzionalità consente di raggiungere nuovi utenti che condividono caratteristiche simili a quelli del pubblico personalizzato originale. Facebook utilizza l'Algoritmo per individuare persone con interessi, demografiche e comportamenti simili a quelli del pubblico di riferimento, ampliando così la portata delle campagne pubblicitarie. Questo strumento si rivela particolarmente vantaggioso quando si desidera espandere il proprio bacino di utenti potenziali, mantenendo comunque un alto grado di pertinenza e rilevanza nella selezione del pubblico.

In sintesi, il "Pixel di Facebook" è uno strumento fondamentale per gli inserzionisti che vogliono ottimizzare le campagne oltre che creare un pubblico personalizzato su Facebook Ads. Tracciando il comportamento degli utenti sul proprio sito web, il Pixel offre dati preziosi per creare pubblici personalizzati, raggiungere potenziali clienti e misurare l'efficacia delle campagne. Sfruttare appieno il potenziale del Pixel consente agli inserzionisti di ottenere un vantaggio competitivo nel panorama del marketing digitale, aumentando la rilevanza degli annunci e massimizzando il ritorno sull'investimento.

Qualora questo articolo abbia suscitato il tuo interesse, ti raccomandiamo di esplorare anche quello su Postpickr, augurandoci che possa essere altrettanto stimolante per te.

Se devi mettere online una landing page per promuovere il tuo business contattaci al numero verde 800 119 270.

Perché fare pubblicità su Facebook

Il mondo di internet come anticipatamente sottointeso ha radicalmente mutato i principi logici sotto ogni punto di vista: spiegato quindi come fare del business attraverso il social network più diffuso al mondo è giusto catalizzare le proprie attenzioni sul perché è un bene fare questa tipologia di investimento. Noi abbiamo rilevato ben cinque motivi assolutamente validi:

  1. Il numero degli iscritti: nato quasi quindici anni fa Facebook in pochissimo tempo è riuscito a diffondersi in tutto il mondo come si suol dire a macchia d’olio. Ad oggi vanta qualcosa come 29 milioni di iscritti attivi solo in Italia quindi figuriamoci in tutto il resto del mondo. Di questi 29 milioni almeno il 70% effettua il login quotidiano. Perché è importante sottolineare questo aspetto? Esulando il fatto che la vostra azienda abbia un target nazionale o locale è giusto ritenere quantomeno ovvia la presenza dei vostri clienti sui social pertanto un mezzo di comunicazione istantaneo e continuo non può che essere un vantaggio;
  2. Una questione di prezzi: se facciamo un’attenta analisi dei costi pubblicitari per realtà locali lontane anni luce da quelle nazionali (ed internazionali) possiamo subito accorgerci che tramite Facebook il raggiungere e catalizzare l’attenzione di circa 1000 persone ha un prezzo che oscilla da 1€ a 10€. Può sembrare tanto? Assolutamente no anche perché la classica realtà cartacea dei volantini (in qualsiasi formato) costa nettamente di più con la consapevolezza che il più delle volte non facciamo altro che accartocciare e cestinare la maggior parte dei volantini che ci capita sotto mano. Con i social però questo meccanismo viene meno: che sia mediante banner o tramite altro la nostra pubblicità rimane sempre li e prima o poi a qualcuno cadrà inevitabilmente l’occhio;
  3. Nessun costo fisso: a differenza di quanto citato precedentemente e che quindi è previsto per la cosiddetta pubblicità cartacea in realtà come Facebook non vi sono costi fissi. Un giorno possiamo optare per campagne pubblicitarie con un prezzo modico (1€) altri giorni, in base a come vanno gli affari, possiamo optare per qualcosa di più costoso e accattivante (10€-15€). Tutto quindi dipende dal budget che viene utilizzato per raggiungere gli obiettivi aziendali:
  4. Scelta delle persone: quel che consente Facebook è quello di impostare come potenziali destinatari le persone che vogliamo scegliendo mediante criteri come il luogo, l’età oppure gli interessi;
  5. Modificare la pubblicità in tempo reale: sul mondo virtuale, e sottolineiamo solo sul mondo virtuale, è possibile modificare le proprie pubblicità in tempo reale in modo da poter scegliere i giusti accorgimenti da fare in base alle valutazioni che decidiamo di fare.
  6. Vendere tramite ecommerce: per vendere i tuoi prodotti online abbiamo realizzato da poco una guida su Shopify.

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche il nostro articolo su come cancellare la cronologia facebook. Ricorda che se, oltre alla gestione di profili social, ti occorresse un Esperto SEO a Roma, puoi contattarci al numero 800 117 270.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).