Pin It

Riuscire ad azzeccare per il proprio sito tutti i fattori di ranking su Google nel 2018 sembra quasi impossibile, ma prestando attenzione all’uso di alcune tecniche per il posizionamento dei contenuti si possono certamente ottenere ottimi risultati di promozione per il proprio sito internet.

Un blog aziendale o qualsiasi altro tipo di portale sul web, infatti, ive delle visite dei suoi utenti, le quali possono essere stimolate tramite l’uso di mezzi specifici della comunicazione online.

Nello specifico, i fattori SEO maggiormente importanti, sono:

  • Un sito veloce che sicuramente verrà “premiato” da Google rispetto ad uno più lento;
  • La User Experience per determinare il ranking delle pagine all’interno di Google;
  • Il Content Marketing che si ha realizzando articoli informativi di qualità;
  • Le immagini ottimizzate per Google Immagini.

Con questi elementi, quindi, avete in mano la chiave per impostare la vostra strategia SEO ma vediamo di approfondire l’argomento.

Non perdiamo di vista la User Experience

È importante creare un sito web capace di soddisfare due importanti esigenze: gli utenti devono trovare immediatamente ciò che cercavano sulla pagina del vostro sito e realizzare un design che permetta all’utente di navigare facilmente fra i punti chiave del vostro portale aziendale.

I motori di ricerca come Google usano algoritmi sempre aggiornati che analizzano determinati dati per conoscere il grado di soddisfazione degli utenti che navigano in un portale e tramite questi dati decidono qual è il sito che merita maggiormente di trovarsi nella prima pagina del motore di ricerca.

L’importanza di un sito autorevole

Riguardo all’autorevolezza di un sito, questa è evidente quando scrivendo un termine di ricerca si nota che su Google appaiono sempre i risultati dei siti più autorevoli per quell’argomento. Per ottenere una buona chiave si dovrà essere sempre aggiornati sotto questo aspetto iniziando con l’includere contenuti di qualità ottima che gli utenti possano apprezzare in modo da ottenere dei dati che l’algoritmo considera ottimi e, quindi, divenire un sito autorevole agli occhi di Google.

Attenzione ai contenuti

Un elemento da tenere in altrettanta considerazione riguarda, appunto, gli argomenti trattati. Infatti, in passato, per Google erano importanti i link e le parole chiave puntavano al sito, invece, oggi i nuovi algoritmi intelligenti hanno acquisito la capacità di riconoscere il tipo di contenuto che tratta una specifica pagina.

Bisogna concentrarsi su specifiche tematiche e trattare argomenti su cui si è più informati per creare contenuti piacevoli da leggere per gli utenti che li trovano sul motore di ricerca.

Lo scopo è quello di trattare gli argomenti in modo esaustivo per dare all’utente le informazioni che stava ricercando sul motore di ricerca. Avere molti post informativi lunghi in formato guida, quindi, vi potrebbe aiutare ad ottenere una certa autorevolezza. Gli articoli lunghi possono contenere maggiori metadati, immagini, informazioni e potenzialità per quanto concerne l’aumento di tempo di permanenza sul sito.

Naturalmente, oltre alla lunghezza del contenuto, si dovrà anche curare in maniera particolare la forma, tentando di essere chiari e concisi e raggiungere l’obiettivo di spiegare al pubblico eterogeneo la keyword ricercata sul server.

Ecco perché il sito deve essere veloce

A luglio 2018 Google ha introdotto lo Speed Update che determina quanto è veloce un sito a caricarsi. Una pagina lenta subisce una penalizzazione che la fa scendere di posizioni, conquistate con fatica in vari anni, sulla SERP.

Non dimenticate di usare il protocollo

L’utilizzo del protocollo HTTPS è un altro elemento essenziale per migliorare la performance di un sito internet, infatti, è un elemento connesso alla sicurezza, che viene apprezzato dagli utenti. Inoltre, il protocollo HTTP risulta non essere aggiornato da 10 anni e per questo bisogna passare quanto prima all’HTTPS.

L’URL è importante!

L’URL ha un’importanza fondamentale per migliorare il posizionamento di un sito web su Google.

Nello specifico si devono usare URL brevi, in maniera che esse contribuiscano in modo corretto ad indicizzare i contenuti. Infatti, oltre la quinta parola, il server di Google inizia ad ignorare il contenuto delle URL. Cercate però di inserire la keyword determinante nel collegamento in quanto l’URL crea lo snippet che viene visualizzato nella SERP, e per questo non va ignorato.

Legare i fattori SEO alle immagini

Infine, anche le immagini consentono di avere più visite. Google, infatti, premia i siti che hanno almeno un’immagine in ogni post inserito. Questo perché, a livello di lettura, le immagini rendono un post più interessante e spezzano un blocco di testo.

Contatti

Sede: Via Luigi Gadola 3, 00155 Roma
Email: info@elamedia.it
Per conoscerci meglio scarica la nostra Brochure.  

Scrivici

  

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie) per le seguenti finalità:

       Via Luigi Gadola 3
00155 Roma

Email: info@elamedia.it

Partita IVA: 12238581008 

Per conoscerci meglio scarica la nostra Brochure


In alternativa puoi utilizzare il form che trovi 
in Home per comunicare con la nostra Web Agency 

GDPR e Cookie Privacy. Questo sito utilizza solo Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies verrà interpretata come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal sito stesso.