In un mondo dove la pubblicità via etere e quindi via internet diventa giorno dopo giorno sempre più determinante nonché fondamentale una nuova figura professionale si è lentamente affacciata all’orizzonte: stiamo parlando dell’esperto SEO (Search Engine Optimization) ovvero un ‘guru’ che si occupa dei posizionamenti delle ricerche degli utenti nei siti appositi. Tra questi ovviamente spicca Google, che ormai da anni ha sbaragliato la concorrenza, che ci permette di trovare in men che non si dica tutto quello che desideriamo ricercare.

E ovviamente in questo insieme di sfaccettature diventa fondamentale per ogni sito web avere la possibilità di scalare le ricerche e quindi ottenere più visualizzazioni. Ma come si fa ad ottenere una buona posizione nel ranking di ricerca? Quali sono i segreti che bisogna sapere al fine di ottenere il nostro desiderato risultato?

Le variabili fondamentali sono decine e ora noi andremo ad analizzare quelle che secondo gli esperti danno vita allo zoccolo duro di un buon ranking SEO.

Dove bisogna prestare attenzione nel 2019

Come detto precedentemente Google è il primo motore di ricerca al mondo che ci permette di sapere in pochissimi secondi tutto quello che vogliamo sapere. Ma dietro l’operato e i servizi offerti da Google, ma non solo, vi sono algoritmi intelligenti che basano il proprio modus operandi su statistiche effettuate a livello globale. Ma quali sono nel dettaglio i fattori che fanno la differenza? Ecco una lista con le principali parti variabili:

  • Architettura del sito internet: la prima cosa che balza ovviamente all’occhio quando effettuiamo l’accesso all’interno di un sito internet è sicuramente l’impatto visivo. In fase di progettazione bisogna stare attenti a cosa può essere determinante per l’utente: in genere si consiglia di organizzare il proprio sito internet in sotto directory, di utilizzare chiare stringhe di testo (ribattezzate dai più esperti come ‘slug’) capaci di ausiliare Google stesso nella ricerca;
  • Struttura del contenuto della pagina: uno dei fattori che determina un’ottima posizione di classifica nelle ricerche è sicuramente la durata della sessione di ogni singolo utente. Quando parliamo di ciò facciamo ovvio riferimento alla durata che un utente ‘passa’ all’interno del sito internet: meno sarà il tempo trascorso e più facile è intuire che lo stesso sito non sia accattivante, accogliente ed esaustivo per come l’utente pensa prima di fare l’accesso;
  • I Meta Tag: niente allarmismi, niente paura. Con il termine di Meta Tag non si indica nulla di incomprensibile: essi consentono infatti a Google di identificare con precisione praticamente chirurgica i contenuti di una pagina utili, a loro volta, a stilare una ricerca esauriente agli utenti nella SERP. E a tal proposito un’attenzione particolare va riservata al ‘tag title’ ovvero il titolo del proprio articolo che più preciso sarà e più in fretta balzerà nelle prime posizioni;
  • Scansione dell’immagine: a differenza di quanto si possa pensare motori di ricerca come Google non sono celerissimi nella scansione di immagini così come lo sono per i testi. Ipso facto è consigliato usufruire di un’ottima didascalia nelle proprie foto affinché il motore di ricerca stesso possa associare la foto a ciò che l’utente sta cercando;
  • Velocità della pagina: più una pagina risulta essere pesante e con maggior difficoltà verrà caricata dal browser sul quale si fa affidamento: potrà sembrare paradossale ed esagerato ma a tutti noi sarà capitato di ‘tornare indietro’ perché la pagina stenta a caricare. Ricollegandoci quindi alla struttura del contenuto meno visite si hanno, meno sarà il tempo trascorso dagli utenti sul sito e ancora più bassa sarà la posizione in classifica in caso di ricerca.
  • Sito Mobile: strettamente correlato al paragrafo precedente vi è il fattore che riguarda la connessione tramite dispositivo mobile che, si sa, offre velocità di connessione inferiore rispetto alla classica ADSL casalinga. In questi casi è importante conciliare tutto quello che abbiamo detto in precedenza: velocità di connessione, pesantezza della pagina web, struttura grafica e qualità di contenuti.

L’esperto SEO

A questo punto molti potrebbero avere il desiderio di percorrere la strada che porta ad essere un esperto SEO. A riguardo vogliamo semplicemente dirvi che non esistono corsi preparativi che sono attualmente riconosciuti a livello professionale: bisogna avere accortezza, ingegno e soprattutto spiccate capacità nel fiutare la variabile in grado di fare la differenza.

Pin It

Potrebbe interessarti anche...

Quali sono le dimensioni per scrivere un post su Facebook

Facebook è il più noto social media, nasce come luogo di incontro virtuale e proprio perché è una potenziale, gigantesca piazza di incontro è anche un gigantesco luogo dove farsi notare e fare pubblicità; tuttavia, finché la piazza è piccola e le insegne pubblicitarie poche e ad effetto, è facile attirare l’attenzione, ma quando la piazza diventa grande e dispersiva, non vi sono insegne che siano capaci di attirare l’attenzione nella giungla delle luci e delle frasi a effetto.

Leggi tutto...

Le migliori affiliazioni per il tuo blog

soldi.jpg

L’ideale di guadagnare attraverso il proprio blog, scrivendo di cose che ci appassionano e di cui si ritiene di avere una certa competenza è per molti, effettivamente, una possibilità di guadagno; le tipologie di lavoro con internet in remoto e per conto proprio sono molte, e spesso si sente parlare di guadagni attraverso le affiliazioni e i blog, ma come funziona? 

Leggi tutto...

Come monetizzare con il tuo blog

monetizzare.jpg

Guadagnare con internet si può? E soprattutto come si fa? Come si può trasformare in denaro una passione, come la scrittura su un blog? Il mondo di internet offre molte opportunità al punto tale che scrivere per i blog si può tradurre in un vero e proprio lavoro che non paga se non vi si dedica il tempo necessario proprio come per un qualsiasi lavoro fulltime.

Leggi tutto...

Contatti

Sede: Via Luigi Gadola 3, 00155 Roma
Email: info@elamedia.it
Per conoscerci meglio scarica la nostra Brochure.  

Scrivici

  

L’interessato autorizza al trattamento dei propri dati personali (Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679; clicca qui per sapere come gestiamo Privacy e Cookie) per le seguenti finalità:

       Via Luigi Gadola 3
00155 Roma

Email: info@elamedia.it

Partita IVA: 12238581008 

Per conoscerci meglio scarica la nostra Brochure


In alternativa puoi utilizzare il form che trovi 
in Home per comunicare con la nostra Web Agency 

GDPR e Cookie Privacy. Questo sito utilizza solo Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies verrà interpretata come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal sito stesso.