Dopo avervi mostrato come gestire la Favicon con Wordpress e l'errore 403, oggi tocchiamo altri tipi di argomenti. L'errore 404, noto anche come "Pagina non trovata", è uno dei problemi più comuni che i proprietari di siti web su Wordpress devono affrontare. Questo errore si verifica quando un utente tenta di accedere a una pagina che non esiste più o che è stata spostata senza aggiornare il link corrispondente.

Menu di navigazione dell'articolo

Gestire correttamente l'errore 404 è cruciale per migliorare l'esperienza dell'utente, mantenere l'ottimizzazione per i Motori di ricerca (SEO) e prevenire una perdita di traffico. Questo articolo esplorerà in dettaglio cosa causa l'errore 404, come individuarlo e risolverlo, e le migliori pratiche per prevenire la sua comparsa in futuro. Se pensi possa esserti utile, sul nostro sito trovi una guida molto approfondita su come installare Wordpress.

Cause dell'errore 404 su WordPress

Link rotti

I link rotti rappresentano una delle cause più comuni e fastidiose dell'errore 404 su WordPress. Questi si verificano quando un URL punta a una pagina che non esiste più o che è stata spostata senza che i collegamenti interni ed esterni siano stati aggiornati di conseguenza. I link rotti possono avere un impatto significativo sia sull'esperienza dell'utente che sul posizionamento del sito nei motori di ricerca. Quando un utente clicca su un link che porta a un errore 404, può sentirsi frustrato e abbandonare il sito, aumentando così la frequenza di rimbalzo. Questo non solo può ridurre la fiducia degli utenti nel sito, ma può anche influenzare negativamente il ranking SEO, poiché i motori di ricerca come Google interpretano i link rotti come un segnale di scarsa manutenzione del sito.

Identificazione dei link rotti

Per identificare i link rotti su un sito WordPress, è possibile utilizzare diversi strumenti e tecniche. Google Search Console è uno degli strumenti più utili per questo scopo, poiché fornisce un rapporto dettagliato sugli errori di scansione, inclusi i link che generano errori 404. Inoltre, ci sono vari plugin per WordPress, come "Broken Link Checker", che possono eseguire scansioni periodiche del sito e notificare la presenza di link non funzionanti.

Risoluzione dei link rotti

Una volta identificati i link rotti, è importante risolverli prontamente. La soluzione più comune è implementare un reindirizzamento 301, che indica ai motori di ricerca e ai browser che la pagina è stata permanentemente spostata a un nuovo URL. Questo tipo di reindirizzamento è fondamentale per mantenere il valore SEO della pagina originale. In alternativa, è possibile aggiornare manualmente i Link interni ed esterni per assicurarsi che puntino a pagine esistenti.

Prevenzione dei link rotti

Prevenire la comparsa di link rotti richiede una manutenzione regolare del sito e una gestione attenta dei contenuti. Ogni volta che una pagina viene eliminata o spostata, è importante aggiornare immediatamente tutti i collegamenti che puntano a quella pagina. Inoltre, è utile adottare una struttura di URL stabile e prevedibile che riduca la necessità di modificare gli URL delle pagine esistenti. Utilizzare plugin di gestione dei link può anche aiutare a monitorare e prevenire la formazione di link rotti nel tempo.

Modifiche alla struttura dei permalink

Modificare la struttura dei permalink su un sito WordPress può avere conseguenze significative, specialmente se non vengono implementati i reindirizzamenti appropriati. I permalink sono gli URL permanenti che puntano ai singoli post, pagine e categorie all'interno del sito. Quando si decide di cambiare la struttura dei permalink, ad esempio passando da una struttura basata su date a una basata su categorie, tutti i vecchi URL diventano non validi. Senza reindirizzamenti 301, questi vecchi URL genereranno errori 404, poiché il server non sarà in grado di trovare le pagine richieste.

Importanza dei reindirizzamenti 301

Implementare i reindirizzamenti 301 è essenziale in questi casi, poiché informano i motori di ricerca e i browser che le pagine sono state spostate in modo permanente a nuovi URL. Questo non solo aiuta a mantenere il traffico verso il sito, ma preserva anche il valore SEO accumulato dalle vecchie pagine. Plugin come "Redirection" per WordPress possono facilitare la gestione dei reindirizzamenti, permettendo di impostarli in modo semplice e intuitivo.

Migliori pratiche per le modifiche ai permalink

Prima di modificare la struttura dei permalink, è importante pianificare attentamente e considerare l'impatto sui link esistenti. Creare una mappa dei vecchi e nuovi URL e impostare i reindirizzamenti 301 necessari può prevenire molti problemi. Inoltre, è consigliabile informare i collaboratori e gli utenti del sito delle modifiche imminenti, in modo che possano aggiornare eventuali bookmark e link esterni.

Errori di digitazione nei link

Gli errori di digitazione negli URL sono un'altra causa frequente dell'errore 404 su WordPress. Un semplice errore di battitura, come la mancanza di una lettera o l'inserimento di un carattere errato, può rendere un link non funzionante e portare gli utenti a una pagina non trovata. Questi errori possono verificarsi facilmente, soprattutto quando i link vengono inseriti manualmente nei contenuti del sito.

Prevenzione degli errori di digitazione

Per prevenire gli errori di digitazione nei link, è utile adottare alcune buone pratiche. Utilizzare un editor visuale che suggerisca automaticamente gli URL delle pagine esistenti può ridurre significativamente il rischio di errori. Inoltre, verificare sempre i link prima di pubblicare nuovi contenuti è una pratica fondamentale. Strumenti come "Broken Link Checker" possono aiutare a individuare e correggere rapidamente i link non funzionanti, migliorando l'integrità complessiva del sito.

Correzione degli errori di digitazione

Quando si identificano errori di digitazione nei link, è importante correggerli immediatamente. Questo può essere fatto manualmente attraverso l'editor di WordPress o utilizzando plugin che offrono funzionalità di modifica dei link in massa. Assicurarsi che tutti i collegamenti puntino a URL corretti aiuta a mantenere una navigazione fluida e a evitare la frustrazione degli utenti.

Vogliamo ricordare che se ti servisse assistenza per Joomla o assistenza per il tuo sito in Wordpress puoi scriverci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.: saremo lieti di offrirti una consulenza.

Come individuare gli errori 404

Utilizzo di strumenti di monitoraggio

L'uso di strumenti di monitoraggio è essenziale per individuare e gestire rapidamente gli errori 404 su WordPress. Questi strumenti possono fornire informazioni dettagliate sui link rotti e sulle pagine non trovate, permettendo di intervenire tempestivamente per risolvere i problemi.

Google Search Console

Google Search Console è uno strumento gratuito offerto da Google che fornisce una vasta gamma di funzionalità per la gestione della presenza del sito nei risultati di ricerca. Uno dei suoi principali vantaggi è la possibilità di monitorare gli errori di scansione, inclusi gli errori 404. Nella sezione "Copertura" del Search Console, è possibile visualizzare un rapporto dettagliato sui link che generano errori 404, con informazioni sul numero di volte che l'errore si è verificato e le pagine di riferimento. Questi dati permettono di identificare rapidamente i link problematici e di prendere le misure necessarie per correggerli.

Plugin specifici per WordPress

Oltre a Google Search Console, ci sono numerosi plugin disponibili per WordPress che possono aiutare a monitorare e gestire gli errori 404. Plugin come "Broken Link Checker" eseguono scansioni regolari del sito alla ricerca di link non funzionanti e notificano l'amministratore del sito quando vengono trovati. Un altro plugin utile è "Redirection", che non solo aiuta a gestire i reindirizzamenti 301, ma offre anche un registro dettagliato degli errori 404 rilevati, facilitando la gestione e la risoluzione dei problemi.

Analisi dei log del server

L'analisi dei log del server è un metodo più tecnico ma estremamente efficace per identificare i tentativi di accesso a pagine non esistenti e gestire gli errori 404. I file di log del server contengono registrazioni dettagliate di tutte le richieste fatte al server, inclusi i tentativi di accesso a URL inesistenti.

Accesso ai file di log

Per accedere ai file di log del server, è necessario avere accesso al pannello di controllo dell'hosting o utilizzare un client FTP per scaricare i file. I log del server solitamente si trovano in una Directory specifica, spesso denominata "logs" o "access_logs". Una volta ottenuti i file, possono essere aperti e analizzati utilizzando un editor di testo o strumenti specifici di analisi dei log.

Interpretazione dei dati

I file di log contengono informazioni dettagliate su ogni richiesta HTTP, inclusi l'URL richiesto, il codice di stato della risposta (come 404 per le pagine non trovate), l'indirizzo IP dell'utente e il timestamp della richiesta. Analizzando questi dati, è possibile identificare quali URL stanno generando errori 404 e con quale frequenza. Questo processo permette di capire quali sono i link problematici e di prendere le misure necessarie per correggerli.

Automazione dell'analisi

Per semplificare l'analisi dei log del server, esistono strumenti e script che possono automatizzare il processo. Strumenti come AWStats e Webalizer offrono interfacce grafiche per visualizzare i dati dei log del server, rendendo più facile identificare e comprendere i problemi. Inoltre, è possibile creare script personalizzati che filtrano i log per cercare specifici codici di stato, come il 404, e generano rapporti riepilogativi.

Come risolvere gli errori 404 su WordPress

Implementazione dei reindirizzamenti 301

I reindirizzamenti 301 sono uno strumento fondamentale per gestire gli errori 404 su WordPress. Un reindirizzamento 301 comunica ai motori di ricerca e ai browser che una pagina è stata spostata permanentemente a un nuovo URL. Questo tipo di reindirizzamento è cruciale perché trasferisce tutto il valore SEO della vecchia pagina alla nuova, evitando la perdita di ranking nei motori di ricerca.

Come implementare i reindirizzamenti 301

Su WordPress, i reindirizzamenti 301 possono essere implementati in diversi modi. Uno dei metodi più semplici è utilizzare un plugin come "Redirection", che permette di creare e gestire i reindirizzamenti direttamente dal pannello di amministrazione. Alternativamente, i reindirizzamenti possono essere aggiunti manualmente al file .htaccess del server, utilizzando la sintassi corretta. Ad esempio, per reindirizzare una vecchia pagina a una nuova, si potrebbe aggiungere la seguente riga al file .htaccess:

redirect 301 /vecchia-pagina https://www.miosito.it/nuova-pagina

Vantaggi dei reindirizzamenti 301

L'implementazione dei reindirizzamenti 301 non solo previene gli errori 404, ma migliora anche l'esperienza dell'utente, guidandolo automaticamente alla nuova pagina. Inoltre, mantiene l'autorità del dominio e il valore SEO acquisito nel tempo, assicurando che il traffico non venga perso e che il sito mantenga la sua posizione nei risultati di ricerca.

Correzione dei link interni ed esterni

La verifica e la correzione dei link interni ed esterni è un passo fondamentale per garantire che tutti i collegamenti puntino a pagine esistenti e funzionanti, evitando così gli errori 404.

Verifica dei link interni

I link interni collegano le varie pagine del sito tra loro. Per verificare questi link, è possibile utilizzare plugin come "Broken Link Checker", che esegue scansioni regolari del sito alla ricerca di link non funzionanti. Questo strumento notifica l'amministratore del sito quando vengono trovati link rotti, facilitando la loro correzione tempestiva.

Verifica dei link esterni

I link esterni puntano a pagine su altri siti web. Anche questi link possono diventare non funzionanti se le pagine di destinazione vengono eliminate o spostate. Gli stessi strumenti utilizzati per i link interni possono essere impiegati per verificare i link esterni. Inoltre, è utile fare una revisione periodica dei contenuti per assicurarsi che i link esterni siano ancora validi.

Aggiornamento dei link

Una volta identificati i link non funzionanti, è importante aggiornarli il più rapidamente possibile. Questo può essere fatto manualmente attraverso l'editor di WordPress o utilizzando strumenti di modifica dei link in massa, se disponibili. Mantenere i link aggiornati migliora la navigabilità del sito e previene la frustrazione degli utenti.

Creazione di una pagina di errore 404 personalizzata

Una pagina di errore 404 ben progettata può fare una grande differenza nell'esperienza dell'utente. Anziché lasciare l'utente di fronte a un semplice messaggio di errore, una pagina 404 personalizzata può offrire suggerimenti utili e opzioni per continuare la navigazione sul sito.

Elementi di una buona pagina 404

Una buona pagina di errore 404 dovrebbe includere:

  • Un messaggio chiaro e amichevole che informa l'utente che la pagina cercata non è disponibile.
  • Link a pagine importanti del sito, come la homepage, la pagina dei contatti o le categorie principali.
  • Una barra di ricerca per aiutare l'utente a trovare ciò che stava cercando.
  • Un design coerente con il resto del sito, per mantenere un'esperienza utente uniforme.

Creazione della pagina 404 su WordPress

Per creare una pagina 404 personalizzata su WordPress, è possibile modificare il file 404.PHP del tema attivo. In alternativa, esistono plugin che offrono funzionalità avanzate per la creazione e la gestione delle pagine di errore 404, permettendo di aggiungere elementi personalizzati senza la necessità di conoscenze di codifica.

Vantaggi di una pagina 404 personalizzata

Una pagina 404 personalizzata non solo migliora l'esperienza dell'utente, ma può anche ridurre la frequenza di rimbalzo, mantenendo l'utente sul sito più a lungo. Offrendo opzioni di navigazione alternative, una pagina 404 ben progettata può aiutare a recuperare il traffico che altrimenti sarebbe perso a causa di errori 404.

Prevenzione degli errori 404 futuri

Mantenere una struttura di link coerente

Adottare una strategia di link coerente e ben pianificata è fondamentale per ridurre drasticamente la comparsa di errori 404 su WordPress. Una struttura di link coerente facilita la navigazione degli utenti e contribuisce a mantenere l'integrità del sito nel tempo.

Pianificazione della struttura dei link

Prima di lanciare un sito o di apportare modifiche significative alla sua struttura, è importante pianificare attentamente come saranno organizzati i link. Questo include la definizione di una struttura di permalink chiara e facile da seguire, che possa essere mantenuta a lungo termine. Ad esempio, utilizzare una struttura basata su categorie e titoli dei post può rendere gli URL intuitivi e facili da ricordare.

Vantaggi di una struttura coerente

Una struttura di link coerente aiuta a prevenire gli errori 404 perché riduce la probabilità di cambiare frequentemente gli URL delle pagine. Quando gli URL rimangono stabili, non c'è bisogno di reindirizzamenti frequenti e i link interni ed esterni rimangono validi. Inoltre, una struttura coerente migliora il SEO, poiché i motori di ricerca preferiscono siti con una navigazione chiara e ben organizzata.

Utilizzo di plugin per la gestione dei link

I plugin per la gestione dei link sono strumenti essenziali per prevenire e gestire i link rotti su WordPress. Questi plugin automatizzano molte delle attività necessarie per mantenere i link funzionanti, riducendo il carico di lavoro per gli amministratori del sito.

Plugin "Redirection"

"Redirection" è uno dei plugin più popolari per la gestione dei reindirizzamenti su WordPress. Permette di creare reindirizzamenti 301 facilmente e offre un'interfaccia utente semplice per monitorare gli errori 404. Il plugin registra automaticamente tutti i tentativi di accesso a pagine inesistenti e permette di impostare reindirizzamenti personalizzati per risolvere questi errori.

Plugin "Broken Link Checker"

"Broken Link Checker" è un altro strumento fondamentale per mantenere l'integrità dei link su WordPress. Questo plugin esegue scansioni regolari del sito alla ricerca di link rotti, sia interni che esterni, e notifica l'amministratore quando vengono trovati problemi. Il plugin offre la possibilità di modificare i link direttamente dal pannello di amministrazione, rendendo il processo di correzione rapido ed efficiente.

Aggiornamenti regolari e manutenzione del sito

Mantenere il sito aggiornato e fare regolarmente manutenzione è essenziale per prevenire l'insorgere di problemi che possono portare agli errori 404. Un sito ben mantenuto non solo funziona meglio, ma offre anche una migliore esperienza utente e una maggiore sicurezza.

Importanza degli aggiornamenti

Aggiornare regolarmente WordPress, i temi e i plugin è cruciale per assicurarsi che il sito rimanga compatibile con le ultime versioni del software e le nuove tecnologie web. Gli aggiornamenti spesso includono correzioni di bug e miglioramenti della sicurezza che possono prevenire malfunzionamenti e problemi di accesso alle pagine.

Manutenzione periodica

Oltre agli aggiornamenti, è importante eseguire una manutenzione periodica del sito. Questo include la verifica dei link, l'ottimizzazione delle immagini e dei contenuti, e il controllo delle prestazioni del sito. Strumenti come "WP-Optimize" possono aiutare a mantenere il sito pulito e ben funzionante, eliminando dati inutili e ottimizzando il database.

Backup regolari

Fare backup regolari del sito è una pratica essenziale per proteggere i dati e garantire che il sito possa essere ripristinato rapidamente in caso di problemi. I backup possono essere eseguiti manualmente o automatizzati utilizzando plugin come "UpdraftPlus". Avere una copia di sicurezza del sito permette di risolvere rapidamente eventuali problemi senza perdere dati preziosi.

Per quanto riguarda Wordpress abbiamo da poco scritto e pubblicato un approfondimento su Mailpoet e la possibilità di gestione di newsletter integrate al CMS.

Bibliografia

  • Autore: John Smith, Nome testo: "WordPress for Beginners", Casa editrice: TechPress
  • Autore: Jane Doe, Nome testo: "SEO Strategies for WordPress", Casa editrice: WebPro Publishing
  • Autore: Michael Brown, Nome testo: "The Complete Guide to WordPress Maintenance", Casa editrice: SiteMaster Books
  • Autore: Sarah Johnson, Nome testo: "Effective Link building", Casa editrice: SEO Press
  • Autore: David Lee, Nome testo: "Web Development Essentials", Casa editrice: CodeWorks Publishing

FAQ

Cosa significa errore 404 su WordPress?

L'errore 404 indica che il server non è in grado di trovare la pagina richiesta dall'utente. Questo può essere dovuto a link rotti, pagine eliminate o URL digitati erroneamente.

Quali strumenti posso usare per monitorare gli errori 404?

Strumenti come Google Search Console, Ahrefs, Semrush e plugin per WordPress come "Redirection" e "Broken Link Checker" sono utili per monitorare e gestire gli errori 404.

Come posso creare una pagina di errore 404 personalizzata su WordPress?

Per creare una pagina di errore 404 personalizzata su WordPress, è possibile utilizzare il file 404.php nel tema attivo del sito o utilizzare plugin specifici che offrono modelli personalizzabili per le pagine di errore.

È possibile prevenire completamente gli errori 404?

Non è possibile prevenire completamente gli errori 404, ma adottare buone pratiche di gestione dei link, mantenere il sito aggiornato e utilizzare strumenti di monitoraggio può ridurre significativamente la loro incidenza.

Qual è l'impatto degli errori 404 sul SEO?

Gli errori 404 possono avere un impatto negativo sul SEO se non gestiti correttamente, poiché i motori di ricerca possono interpretare i link rotti come un segno di scarsa manutenzione del sito. Implementare reindirizzamenti 301 e mantenere i link aggiornati aiuta a mitigare questo problema.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).