Menu di navigazione dell'articolo

Microsoft ha recentemente introdotto Phi-3 Mini, un modello di intelligenza artificiale di dimensioni ridotte e con 3.8 miliardi di parametri, progettato per operare efficacemente su dispositivi personali senza richiedere elevate capacità di calcolo.

Questo modello è una versione più piccola e maneggevole rispetto a grandi modelli come GPT-4 o Gemini AI, ed è accessibile tramite piattaforme come Azure, Hugging Face e Ollama. Microsoft prevede di lanciare presto anche le versioni Phi-3 Small e Phi-3 Medium, rispettivamente con 7 e 14 miliardi di parametri.

Phi-3 Mini è considerato più performante del suo predecessore Phi-2, e può competere con modelli di dimensioni molto maggiori. Eric Boyd di Microsoft ha sottolineato che Phi-3 Mini ha prestazioni comparabili a quelle del GPT-3.5 ma con requisiti di sistema più bassi, rendendolo ideale per dispositivi come telefoni e laptop. Microsoft non è l'unica a sviluppare LLM leggeri; anche altri competitor, come Google e Meta, hanno creato modelli simili per compiti specifici.

Il Phi-3 Mini si adatta a una varietà di applicazioni, tra cui il riassunto di documenti, l'assistenza alla programmazione, i chatbot semplici e la risoluzione di problemi matematici. La sua capacità di apprendere da storie semplici e frasi chiare, simile all'apprendimento infantile dalle favole, gli consente di gestire compiti di linguaggio naturale con efficienza. Questo modello rappresenta un avanzamento nell'intelligenza artificiale, mostrando che è possibile avere modelli performanti e pratici per un'ampia gamma di utenti e Applicazioni.

Quali sono le applicazioni pratiche con cui l'intelligenza artificiale può essere sfruttata su uno smartphone?

L'intelligenza artificiale (AI) ha trasformato radicalmente il modo in cui utilizziamo i nostri smartphone, rendendoli non solo dispositivi per la comunicazione, ma veri e propri assistenti personali intelligenti. Di seguito, esploro alcune delle applicazioni pratiche più significative dell'AI sui dispositivi mobili:

  • Assistenti Virtuali: Grazie all'AI, gli assistenti virtuali come Siri, Google Assistant e Bixby possono comprendere e interpretare il linguaggio naturale, permettendo agli utenti di eseguire compiti tramite comandi vocali. Questi assistenti possono aiutare con le direzioni stradali, la programmazione di appuntamenti, l'invio di messaggi, e molto altro.
  • Fotografia Migliorata: L'AI nei telefoni moderni può ottimizzare le impostazioni della fotocamera in tempo reale. Ciò include il riconoscimento del soggetto (persone, paesaggi, cibo, ecc.), l'aggiustamento dell'esposizione, il contrasto e i colori, nonché la capacità di scattare foto in condizioni di bassa luminosità mantenendo un'elevata qualità dell'immagine.
  • Traduzione in Tempo Reale: Applicazioni come Google Translate utilizzano l'AI per offrire traduzioni vocali e testuali quasi istantanee, permettendo agli utenti di comunicare in lingue che non conoscono, senza la necessità di dizionari o traduttori umani.
  • Riconoscimento Facciale: Utilizzato sia per la sicurezza che per l'autenticazione, il riconoscimento facciale sfrutta algoritmi di AI per identificare gli utenti e permettere l'accesso ai dispositivi o l'autenticazione per pagamenti e altre applicazioni sicure.
  • personalizzazione dell'Esperienza Utente: L'AI analizza il comportamento dell'utente e le sue interazioni per personalizzare i contenuti mostrati sui dispositivi, come notizie, annunci pubblicitari, e suggerimenti di App. Questo rende l'esperienza d'uso più fluida e adatta alle preferenze individuali.
  • Salute e Benessere: Le app che monitorano la salute possono utilizzare l'AI per analizzare dati come i passi fatti, il battito cardiaco, i cicli di sonno e molto altro, fornendo consigli personalizzati per migliorare la salute e il benessere generale.
  • Gioco e Intrattenimento: I giochi su smartphone stanno diventando sempre più sofisticati con l'integrazione dell'AI, che può gestire comportamenti complessi dei personaggi non giocanti (NPC) e creare esperienze di gioco personalizzate e immersive.
  • E-commerce e Shopping: L'AI nei dispositivi mobili può aiutare gli utenti a fare acquisti più informati, offrendo raccomandazioni di prodotti basate sulle preferenze di acquisto passate e sul comportamento di navigazione.
  • Risposta a Domande e Ricerche: Con l'AI, i Motori di ricerca sui dispositivi mobili sono diventati più intelligenti, permettendo agli utenti di ottenere risposte a domande complesse, ricercare informazioni specifiche e ricevere risposte contestualizzate.
  • Automazione di App e Task: L'AI può aiutare a programmare e automatizzare compiti ripetitivi su smartphone, come l'invio di messaggi di auguri o la gestione automatica delle impostazioni del dispositivo basate sulla localizzazione o l'orario.

L'AI è ormai una componente fondamentale dei moderni smartphone, rendendoli dispositivi incredibilmente potenti e versatili che continuano a evolversi per migliorare sempre di più la vita quotidiana degli utenti.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog (assieme alla Redazione di ElaMedia).